Lavoro: Giovannini, favoriremo i contratti flessibili ‘buoni’. Convocate le parti sociali per l’Expo

Enrico-Giovannini

Non ci sono risorse per alzare a 35 anni il tetto per gli incentivi fiscali

“Sono favorevole a una sperimentazione, a privilegiare il più possibile i contratti flessibili ‘buoni’, i contratti a termine, rispetto a quelli ‘cattivi’, come le ‘false’ partite Iva, ma non può essere un intervento di deroga generalizzata senza razionalità”. In un’intervista al quotidiano “La Stampa”, il ministro del lavoro Enrico Giovannini illustra l’indirizzo del Governo sulla questione della flessibilità in entrata. “Un intervento sull’Expo tutto concentrato sui soli contratti a termine sarebbe riduttivo. Stiamo immaginando di mettere insieme un pacchetto equilibrato di novità”. Quanto alla richiesta del Pd di alzare da 29 a 35 anni il tetto per gli incentivi fiscali, Giovannini spiega: “Si allargherebbe la platea, risorse non disponibili”. Il Ministro ha anche  convocato per domani le parti sociali per affrontare il tema del decreto lavoro e in particolare il problema dei contratti per l’Expo di Milano del 2015. Lo ha reso noto lo stesso ministro incontrando i giornalisti in occasione della presentazione del rapporto annuale sugli ‘immigrati nel mercato del lavoro in Italia’.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email