Le novità della Sagra dell’Ortica di Malalbergo, dall’1 al 4 settembre 2016

La Sagra dell’Ortica di Malalbergo 2016 presenta molte novità e la conferma di tutte le eccellenze della scorsa edizione.

 La Sagra dell'Ortica di Malalbergo 2016 presenta molte novità e la conferma di tutte le eccellenze della scorsa edizione. La Sagra dell’Ortica di Malalbergo (per 46 anni si è chiamata Sagra di Fine Estate) ha acquisito sei anni fa il nome che porta oggi e si è focalizzata su questa pianta nota fin dall’antichità. Questa manifestazione, infatti, è incentrata sull’ortica ed il suo utilizzo in cucina ma non si tratta di solo cibo; la cultura di questa sagra, infatti, coniuga usanze e tradizioni del territorio, il volontariato, le aziende (che in pochi anni hanno messo in produzione ben 12 specialità all’ortica), i ristoranti e gli agriturismi, le scuole, il comune, l’Università e i centri di ricerca. In un secondo appuntamento, dopo il primo che si è tenuto dal 25 al 28 agosto, si svolgerà dal primo al quattro settembre.

Il claim dell’edizione 2016  è “Noi siamo quello che mangiamo!”. Tra le tante le novità, la partnership con la Sagra dell’Asparago verde di Altedo IGP; la collaborazione con il ristorante milanese Sagra Urbana e la presenza di nuovi prodotti come la Piada all’Ortica di Roberto ed il Farro all’Ortica Luzi: tutte le sere, dalle ore 19, saranno presenti stand gastronomici in piazza Primo Carlini con specialità all’ortica e, sempre allo stesso orario, uno stand pizzeria mentre domenica 4 settembre si potrà anche pranzare con piatti a base di ortica a partire dalle 12.

La Sagra dell’Ortica di Malalbergo rappresenterà come sempre un momento di coesione e divertimento per tutti. Per tutta la durata della manifestazione, presso il palazzo Marescalchi, ci sarà la mostra personale di Gloria Soriani e l’esposizione delle fotografie del quinto concorso fotografico nazionale “Città di Malalbergo” (di cui vi sarà la premiazione nella stessa location il 3 settembre alle 18). Sempre in tema di fotografia, nella sala Zucchini si potranno ammirare le mostre di Enzo Rigeschi “Stockolms Tunnelbana” e di Daniele Romagnoli “Calcutta e dintorni”.

Ecco qualche momento della manifestazione: domenica 4 settembre, lungo via Nazionale (chiusa al traffico), alle ore 10 si svolgerà una “Caccia all’Ortica d’oro” (manifestazione per bambini dai 5 ai 12 anni) e sempre lo stesso giorno alle 15, in via Borgo Padova, “Intrattenimenti, giochi, animatori per i bambini”. Infine sabato 3 settembre alle 9, all’Auditorium Minghetti di Altedo, sarà imperdibile “Piante spontanee commestibili di Malalbergo”, a cui seguirà, dalle 9 alle 11, un’escursione con la raccolta di queste piante, mentre alle 11.30 si farà il punto sull’argomento con un approfondimento botanico ed alimentare a cura di Vincenzo Brandolini, responsabile del laboratorio di Chimica degli Alimenti dell‘Università di Ferrara, Gabriella Franceschini, naturopata e Adriano Facchini, agronomo. Alle 18 dello stesso giorno, presso il Palazzo Marescalchi, si svolgerà la mostra pomologica “S-Frutta la sagra” con un’esposizione di prodotti ortofrutticoli locali e in conclusione, domenica 4 settembre alle 10.30 a Palazzo Marescalchi (sala Zucchini), vi sarà la presentazione dei ritrovamenti archeologici della civiltà Terramare di Ponticelli. La Sagra terminerà con uno spettacolo pirotecnico previsto per le 23.30.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email