L’entroterra genovese all’Expo 2015 grazie a Confesercenti

entroterragenovese

L’entroterra di Genova e quello del Tigullio si mettono in mostra all’Expo di Milano. «Una vetrina di portata “universale”, resa possibile dall’impegno di Confesercenti che – annuncia la presidente regionale dell’associazione, Patrizia De Luise – martedì 9 giugno, in occasione della sua partecipazione allo Spazio Liguria presso il Padiglione Italia, presenterà il catalogo promosso dal Consorzio Turistico del Genovesato, in un’edizione rinnovata e arricchita proprio per l’Expo».

Lo spazio dedicato a Confesercenti all’interno della giornata intitolata “Scient of Liguria: country, tastes and flavour” sarà quello della mattina, nel corso della quale – dalle 10 alle 14, ogni 30 minuti – verrà presentato il catalogo comprendente 28 pacchetti turistici comprensivi di due cene con menu “valli genovesi” e un weekend per due persone da trascorrere praticando, a scelta, mountain bike, trekking, canyoning, pesca sportiva, orienteering, wild horse watching, accompagnati da una guida escursionistico-ambientale o assistiti da personale specializzato.
Inoltre, lo chef Flaviano Schenone, docente dell’ente di formazione Cescot Genova, illustrerà curiosità e segreti delle più famose ricette liguri contenute nel catalogo e sarà offerta una piccola degustazione di prodotti locali, e gli operatori aderenti al Consorzio presenteranno di persona la loro attività.
Lanciati nell’estate del 2012 come prodotto rivolto alle valli Orba, Leira, Stura, Scrivia, Polcevera e Trebbia, i nuovi pacchetti turistici comprendono ora anche le valli Sturla, Aveto, Graveglia, Fontanabuona e Petronio, per una copertura pressoché completa dell’intero territorio interno della provincia di Genova.
Il catalogo – redatto in italiano, inglese e francese – costituisce un’offerta turistica completa, che mette in rete un centinaio di operatori nel campo dell’ospitalià, della ristorazione, delle produzioni tipiche, dell’agroalimentare, dell’artigianato e dei servizi turistici tra cui, in particolare, quelli offerti dalle associazioni sportive e dalle guide escursionistico-ambientali. L’organizzazione della struttura ricettiva, oltre ai tradizionali alberghi, propone un ventaglio di offerte che va dagli agriturismi ai bed and breakfast, passando per le case di villeggiatura e i rifugi.
«Questa nuova edizione ampliata e aggiornata del catalogo è frutto del capillare lavoro sul territorio condotto insieme ai vari operatori della ricettività, avendo sempre come punto di riferimento proprio l’Expo di Milano – commenta Vittoria Rotini, coordinatrice provinciale di Assoturismo Confesercenti – Ringraziamo tutti i soggetti istituzionali, i consorzi e i parchi che hanno voluto aderire al progetto».
I pacchetti turistici dell’Entroterra hanno infatti il sostegno del Sistema turistico locale “Terre di Portofino” e la collaborazione del consorzio di ospitalità diffusa della Val d’Aveto “Una montagna di accoglienza nel Parco”, del consorzio “Nonsolomare” della Val Petronio, del Civ Il Ninfeo di Busalla e dell’agenzia di sviluppo Gal Genovese, oltre che dei parchi naturali regionali del Beigua, dell’Antola e dell’Alta Via dei Monti Liguri. A livello istituzionale, i patrocini di Regione, Agenzia in Liguria e Città Metropolitana.
La commercializzazione del catalogo è affidata ai operator Biz or Fun e Iscra Viaggi, le offerte sono naturalmente disponibili anche sul portale www.entroterragenovese.it creato ormai più di tre anni fa, contestualmente al lancio del Consorzio Turistico del Genovesato.
«Il Consorzio – spiega il presidente Matteo Rezzoagli – era nato proprio con l’obiettivo di integrare al tradizionale turismo costiero un prodotto innovativo come quello dell’entroterra, con il duplice scopo di destagionalizzare l’offerta e di dare visibilità a territori e strutture solitamente escluse dai grandi circuiti, in modo da offrire a chi viene in Liguria una gamma di scelte più vasta e completa. Per questo sono nati il portale www.entroterragenovese.it e i pacchetti turistici, che in questi anni sono riusciti a mettere insieme una domanda ed un’offerta molto specifiche, quasi di nicchia, ma non per questo meno importanti. La vetrina milanese ci offre adesso la possibilità di accendere la luce sulle bellezze del nostro Entroterra. Una Liguria insolita ma che può essere altrettanto suggestiva agli occhi dei turisti, italiani e stranieri».

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email