Nuove proteste sulla rete Esso in Calabria. Proclamati due giorni di agitazioni e chiusura degli impianti per il rispetto degli Accordi e il riconoscimento della procedura cali. L’Azienda si sottrae al confronto negoziale

Riparte la mobilitazione dei gestori Esso in Calabria. Proclamati due giorni di agitazione e chiusura degli impianti: gli impianti in modalità vendita “split line”, “pre pay” e “isola servitissimo” terranno chiuso per protesta l’”isola servitissimo” alla clientela dalle ore 07,00 del 26 luglio 2017 alle ore 19,00 del 27 luglio 2017.
I punti vendita in modalità “maxi sconto” terranno l’impianto chiuso alle vendite il giorno 27 luglio 2017 dalle ore 10,30 alle 14,30. Sia i punti vendita in modalità “split line”, “pre pay”, “isola servitissimo” che in “maxi sconto” non accetteranno nelle date indicate pagamenti tramite carte aziendali con marchio.
Le azioni di protesta sono state indette per contrastare il comportamento della Società petroliera Esso che si sottrae al confronto, attua politiche con risvolti economici peggiorativi nell’ambito delle dismissioni decise con le vendite a pacchetto,  non applica correttamente gli Accordi e la procedura cali.

Leggi le altre notizie “Dal Territorio”

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email