Padova: nuova geografia in piazza Erbe. Tuis, Anva: bene riorganizzazione

Ma dice no alla chiusura pomeridiana nella settimana di Pasqua

«La necessità di una ristrutturazione dei mercati nella città e nella provincia di Padova» commenta Enzo Tuis, presidente di Anva Confesercenti «è strettamente collegata al rilancio ed alla riqualificazione complessiva del ruolo dei mercati. Piazza delle Erbe è un mercato simbolo non solo della città, ma dell’intero sistema del commercio ambulante. Una ristrutturazione che ne rilanci l’immagine e che ne valorizzi gli spazi ed i coni prospettici verso il Salone, quindi, offre la possibilità di un rilancio complessivo».

«Bisognerà accompagnare la ristrutturazione ad una serie di interventi che ne valorizzino i prodotti (qualità-prezzo), che incentivi i residenti ad acquistare in quel mercato, che agevoli l’accessibilità per coloro che dalla periferia e dalla provincia vogliono acquistare in questo mercato. La riorganizzazione complessiva anche degli altri mercati della città potrà essere lo strumento per ridare competitività complessiva ad un sistema di distribuzione commerciale che presenta grandi opportunità e unicità come la possibilità di socializzare di vedere i prodotti senza impegni particolari».

«Purtroppo» conclude Tuis «di fronte alla positiva iniziativa se ne accompagna una negativa: contrariamente a quanto che succede da decenni, per la prima volta quest’anno il mercato di piazza delle Erbe non è autorizzato all’apertura pomeridiana nella settimana precedente la Pasqua. Quindi niente mercato nei pomeriggi da lunedì a venerdì, con il solo sabato pomeriggio aperto. L’ANVA ha da tempo chiesto all’Assessore Bressa di rivedere la posizione e di concedere ai banchi di piazza delle Erbe di aprire anche nei pomeriggi la prossima settimana. L’apertura nella prima settimana primaverile sarebbe positiva non solo per gli ambulanti ma anche per i consumatori».

Leggi le altre notizie “Dal Territorio”

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email