Padova: presentazione del libro Forsennatamente mr Foscolo

Domenica 24 febbraio appuntamento con Luigi Guarnieri autore del libro sulla vita e le imprese letterarie di Ugo Foscolo


Domenica 24 febbraio ore 10.00 presso la villa Centanin di Arqua’ Petrarca si terra’ la presentazione del libro “Forsennatamente Mr Foscolo” , casa editrice Nave di Teseo, con l’autore Luigi Guarnieri. 

Grazie alle associazioni Alvise Cornaro, Nuovi Samizdat e Parco Francesco Petrarca e all’ospitalità della Fondazione Musicale Masiero e Centanin e con il patrocinio di I Parchi Letterari, Comune di Arqua’ Petrarca e Assoturismo Confesercenti Veneto Centrale, presso la villa Centanin di Arqua’ Petrarca l’autore del libro dialogherà con Paolo Gobbi e il pubblico parlando di Ugo Foscolo che proprio nei Colli Euganei ha ambientato una delle sue opere più famose e studiate “Ultime lettere di Jacopo Ortis”.

“Un viaggio letterario, appassionato e avventuroso, nella vita turbolenta di Ugo Foscolo. A partire dagli ultimi difficili anni in Inghilterra, dove il poeta approda nel 1816 dopo il volontario esilio in Svizzera. Tra i pochi splendori e le molte miserie della vita londinese, le spese scriteriate e i soggiorni in prigione, la strenua difesa della dignità di scrittore e le battaglie con gli editori, ripercorriamo le passioni di una vita vissuta forsennatamente. Il grande amore per Quirina e il matrimonio sfumato con Caroline, la stesura dell’Ortis e dei Sepolcri, Byron e Mazzini, l’apparizione della figlia Floriana e la subdola malattia che lo porterà alla morte: furori, disperazioni, spropositi e follie nel ritratto incandescente di un uomo tormentato e fatale, abitato da grandi passioni e destinato a generarne altrettante, fieramente avverso al mondo e dal mondo perciò ripagato con la stessa moneta. Un romanzo sulla vita sfrenata di uno degli autori più amati, e meno conosciuti, della nostra letteratura, inquieto e dannato come un eroe dei nostri tempi.” così ne scrive la casa editrice La nave di Teseo

Al termine della presentazione, ci sarà la possibilità di visitare il Museo della Fondazione costituito da una collezione di 40 strumenti musicali antichi e una collezione di stampe antiche a soggetto musicale di alcuni famosi incisori del periodo compreso tra il XVI e il XIX secolo.
L’ingresso è gratuito ed è possibile lasciare un contributo a favore delle attività della Fondazione musicale.

Per info e prenotazione: [email protected]

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email