Commercio e consumi. Conferenza stampa di Confesercenti e CER

‘L’Italia che non cresce’, appuntamento il 23 maggio a Roma alle 10.30

Sono il motore principale del nostro Pil e uno degli indicatori fondamentali del benessere della società, ma la loro ripresa è a rischio. Dopo una breve e debole ripartenza, nel 2019 i consumi delle famiglie – responsabili di circa il 60% del valore aggiunto italiano – sono tornati a frenare e si avviano a registrare il peggior risultato degli ultimi quattro anni, con i prevedibili effetti sul tessuto delle imprese commerciali delle nostre città. Ed anche il 2020 è pieno d’incognite, in un’economia in stagnazione schiacciata tra la spada di Damocle dell’aumento dell’Iva previsto dalle clausole di salvaguardia e l’attesa per gli effetti del Reddito di Cittadinanza.

Saranno questi i temi di analisi del focus dedicato da Confesercenti a consumi e commercio e fissato per

Giovedì 23 maggio alle 10.30

presso la Sede Nazionale di Confesercenti

Via Nazionale 60, Roma

I lavori saranno aperti dai saluti della Presidente nazionale di Confesercenti Patrizia De Luise. Seguirà la presentazione del rapporto realizzato da CER per Confesercenti e introdotto dal dottor Stefano Fantacone, Direttore della Ricerca di CER.

Il rapporto contiene dati inediti sull’evoluzione dei redditi e dei consumi delle famiglie dalla crisi ad oggi, su base nazionale e regionale, con previsioni aggiornate per il 2019 ed il 2020; ma si approfondisce anche l’effetto sulle imprese commerciali e sul Pil provocato dai cambiamenti della spesa delle famiglie avvenuti in questi anni.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email