Rete Imprese Frignano: nuova Estense, arteria fondamentale per cittadini ed imprese

Bene gli interventi promessi, ora vigileremo

Rete Imprese Italia del Frignano esprime soddisfazione e apprezzamento per disponibilità dimostrata sia dall’Assessore regionale ai trasporti e infrastrutture Raffaele Donini che dall’ing. Claudio De Lorenzo dirigente ANAS nel corso dell’incontro che si è tenuto presso la Regione Emilia Romagna sul tema della viabilità dell’area montana. “Ora – aggiunge Rete Imprese – sarà opportuno che alle parole seguano fatti e che, soprattutto partano i lavori.”

Per l’importanza che riveste per la mobilità dei cittadini e per il lavoro delle imprese, la Nuova Estense necessita infatti di urgenti interventi di manutenzione e miglioramento.

Nel corso del recente incontro in Regione, tenutosi alla presenza di una folta delegazione di imprenditori dell’Appennino modenese oltre ai presidenti locali di Confesercenti, Confcommercio-Fam, Lapam-Confartigianato e CNA, Rete Imprese Italia del Frignano ha consegnato all’Assessore regionale e al dirigente ANAS, un documento in cui è stata evidenziata l’inadeguatezza, ai bisogni di mobilità di cittadini e imprese, della rete viaria che collega la pianura con l’Appennino.

In particolare, della statale 12 “Abetone–Brennero” – Nuova Estense che necessita di interventi di manutenzione, miglioramento e potenziamento. Interventi divenuti particolarmente urgenti per effetto dei nuovi insediamenti produttivi e dall’aumentato numero di veicoli circolanti. “È necessario in modo prioritario provvedere – fa sapere Rete Imprese – al rifacimento del manto stradale, all’allargamento della sede stradale, rettifica dl tracciato in corrispondenza delle curve “Carrai” e all’innalzamento del livello di sicurezza di chi percorre l’arteria.” 

“Esprimiamo i nostri ringraziamenti per l’accoglienza e per la sensibilità dimostrata dai nostri interlocutori, compresa la consigliera regionale Luciana Serri che ha sollecitato l’incontro – hanno dichiarato i rappresentanti di Rete Imprese Italia del Frignano – evidenziando come il confronto sia stato aperto e costruttivo. Tuttavia il nostro giudizio rimane sospeso in attesa di verificare, in piena collaborazione e sintonia con le istituzioni locali, Unione dei Comuni del Frignano e Comune di Pavullo che, quanto ci è stato anticipato durante l’incontro verrà realizzato nei termini e con le modalità più adeguate alle esigenze di mobilità di imprese e cittadini, compresi i turisti che sempre più numerosi sono richiamati da località ed eccellenze del nostro territorio.”

Leggi le altre notizie “Dal Territorio”

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email