“Settant’anni di impresa”: Confesercenti Bologna festeggia premiando gli associati

L’intervento della Presidente De Luise: “Plauso alla struttura, arrivare a festeggiare il 70esimo anno è una bella impresa”

“Arrivare a festeggiare il 70esimo anno di fondazione è una bell’impresa. Un’impresa che Confesercenti nazionale saluta con un grande plauso a tutta la struttura, perché quando le cose funzionano, vuol dire che dietro ci sono delle persone che le sanno far funzionare”. Così Patrizia De Luise ha commentato la festa, sobria e molto partecipata, con cui Confesercenti Bologna martedì sera, 18 settembre 2018, ha festeggiato i suoi 70 anni di fondazione nel salone delle feste del Relais Bellaria Hotel di Bologna.

La festa è stata caratterizzata dall’assegnazione di alcune targhe premio alle attività socie di Confesercenti che sul territorio di Bologna nel corso del 2018 hanno compiuto i 30, 40, 50, 60 e, addirittura, anche i 70 anni di attività, come nel caso della Trattoria Da Vito, la mitica trattoria nella quale si sono ritrovate generazioni di intellettuali e, soprattutto, di artisti e cantanti come Dario Fo e Franca Rame, Giorgio Gaber e Francesco Guccini, Roberto Vecchioni e Lucio Dalla, Luca Carboni e Jimmy Villotti che, presenti nella serata, hanno consegnato il premio a Paolo Pagani, attuale gestore della trattoria. Per i 30 anni di attività sono state premiati gli Albergatori Riuniti di Vidiciatico che nel 1988 si costituirono per salvare e rilanciare il cinema La Pergola al centro del paese e Sugar Viaggi, l’agenzia turistica che cercò di mettere ordine nella giungla dei viaggi organizzati da circoli e parrocchie. Per i 40 anni di attività premio ad Ames, l’azienda di Calderara della famiglia Gasparini, specializzata in attrezzature e materiali edili, e alla Trattoria Bar Reno aperta a Casalecchio dalle sorelle Pasqualina e Maria Libera De Vito. Premio per i 50 anni al Magazzino Fabbri gestito a Pian di Macina dai fratelli Luciana e Luciano Fabbri e al ristorante Nuova Roma di Sasso Marconi, gestito dalle sorelle Nanni. Targa premio, infine, anche a Gianni Sette che da 60 anni tiene aperto un banco in Piazzola di abbigliamento vintage, importato direttamente dagli Stati Uniti.

“Questo anniversario – ha sottolineato la presidente De Luise – è molto importante per tutte le imprese che hanno scelto di iscriversi alla Confesercenti e che con il loro lavoro hanno creato tanti altri posti di lavoro. Com’è molto importante l’associazione per il ruolo di stimolo e di proposta verso le amministrazioni comunali e verso il Governo, di difesa dei diritti dei propri soci”. E Massimo Zucchini, presidente di Confesercenti Bologna, ha aggiunto: “Abbiamo voluto premiare quelle aziende che con la loro costanza hanno saputo rimanere sul territorio, hanno saputo difendere il proprio negozio e hanno saputo fare grande Bologna. La loro forza ci aiuta a superare anche questi periodi di crisi”.

Loreno Rossi, direttore di Confesercenti Bologna, ha ricordato i successi raggiunti negli ultimi anni dall’associazione sotto le Due Torri. “Confesercenti – ha affermato – è cresciuta e ha creato valore alle imprese, stando sempre al loro fianco. Tra le sfide vinte quella sul turismo con l’affermazione dei locali della notte e dei pubblici esercizi e quella dell’Eco-Bio. A bologna è nata la prima rete nazionale di negozi del biologico e del naturale”. Presenta alla festa anche Alberto Aitini, assessore al Commercio del Comune di Bologna. “In questi anni – ha ribadito – Confesercenti ci ha mostrato una storia fatta di successi, una storia di forte collaborazione con l’amministrazione comunale. La sicurezza e la concorrenza sleale sono i temi più impellenti che Confesercenti ha portato sul tavolo amministrativo con proposte e iniziative di grande interesse che stanno portando dei risultati”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email