Torino: “Una città che legge: il valore sociale delle librerie”

Incontro fra librai, editori e politici organizzato da Ali-Confcommercio e Sil-Confesercenti domenica 3 aprile, dalle 10 al Cecchi Point.

Torino: “Una città che legge: il valore sociale delle librerie”L’ALI (Associazione librai italiani aderente a Ascom Confcommercio Torino e provincia)  e il SIL (Sindacato italiano librai aderente a Confesercenti) organizzano un incontro dal titolo “Una città che legge: il valore sociale delle librerie. Legge sul libro, sgravi fiscali e innovazione”. L’incontro si svolgerà nella mattinata di domenica prossima, 3 aprile, a partire dalle ore 10 presso il Cecchi Point – Hub Multiculturale di Via Cecchi 17/21 a Torino. I temi dell’incontro verteranno principalmente sulla legge per il libro in discussione in Parlamento, sulle proposte di sgravi e agevolazioni fiscali per le librerie e sulla promozione della lettura.

L’evento ha lo scopo di far incontrare i diversi attori della filiera del libro per raccogliere idee che servano a tutelare e valorizzare la grande ricchezza delle librerie sul territorio cittadino e non solo cittadino. Nell’occasione sarà presentata l’iniziativa “Torino che legge” che dal 18 al 24 aprile coinvolgerà tutta la città intorno al libro e alla lettura.

Interverranno il sindaco di Torino, Piero Fassino, Giovanni Solimine, presidente dell’Associazione Forum del Libro, Flavia Piccoli Nardelli, presidente della Commissione Cultura della Camera, Alberto Galla, presidente nazionale Ali Confcommercio, Antonio Terzi, vicepresidente nazionale Sil, Walter Martiny, di Aie Piemonte, Marco Zapparoli, di “Letteratura rinnovabile”, Cecilia Cognigni, bibliotecaria. Modereranno Andrea Bertelli, presidente provinciale Sil di Torino, e Rocco Pinto, presidente provinciale Ali di Torino.

Il Cecchi Point – Hub Multiculturale, che ospita l’evento, fa parte della Rete delle Case del Quartiere di Torino. Le Case del quartiere sono spazi pubblici riqualificati grazie alla collaborazione tra istituzioni pubbliche, fondazioni bancarie e d’impresa, imprese sociali, associazioni e cittadini.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email