Tria all’Eurogruppo: “Debito-pil scenderà”

Ue: “A prima vista fuori da regole Patto”

Arriva il primo test in Europa per la manovra di bilancio italiana dopo la pubblicazione della nota di aggiornamento del Def. Il ministro dell’Economia Giovanni Tria giunto in Lussemburgo per partecipare alla riunione dell’Eurogruppo ha dichiarato: “Adesso cercherò di spiegare quello che sta accadendo e come è formulata la manovra”. Il ministro ha poi invitato i partner europei a stare “tranquilli” e ha anche rassicurato sul fatto che “il debito/pil scenderà nel 2019”.

“Aspettiamo la bozza di legge di stabilità ma a una prima vista i piani di bilancio italiani non sembrano compatibili con le regole del Patto”, ha risposto il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis entrando all’Eurogruppo.

“Con le cifre che si conoscono oggi dalla nota di aggiornamento del Def riguardo all’aumento del rapporto deficit-Pil, e mentre Bruxelles attende i dettagli della manovra, per l’Italia sembra evidente una deviazione molto, molto significativa rispetto alle regole Ue e agli impegni presi” – ha affermato il commissario Ue agli Affari economici e finanziari, Pierre Moscovici, al suo arrivo alla riunione dell’Eurogruppo. “Vedremo il 15 ottobre, ha aggiunto l’eurocommissario, termine entro il quale l’Italia, come tutti i paesi dell’Eurozona, dovrà presentare il suo progetto di bilancio alla Commissione europea”. Intanto il ministro Tria ha anticipato la ripartenza dal Lussemburgo  e dunque non parteciperà all”Ecofin di domani. Lo riferiscono fonti del Tesoro spiegando che Tria rientra in anticipo per potersi dedicare al completamento della Nota di aggiornamento al Def. Raggiunto l”accordo di governo sul deficit-pil al 2,4% nel 2019, 2020 e 2021 al Consiglio dei Ministri dello scorso 27 settembre, il testo della Nota di Aggiornamento al Def non è ancora stato pubblicato. Probabilmente perché la NaDef venga resa nota bisognerà attendere fino a mercoledì o giovedì, anche perché prima di questo passaggio il testo va trasmesso al Parlamento.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email