Turismo: alla Camera question time con Franceschini sul nodo ‘scavi archeologici’

Oggi previsto il via libera al testo del decreto legge su Beni culturali e turismo.

Il nodo dei siti archeologici sarà al centro del question time di oggi nell’Aula di Montecitorio, nel corso del quale il ministro dei Beni e attivita’ culturali e turismo, Dario Franceschini, risponderà, fra le molte cose, a interrogazioni sulle iniziative recentemente intraprese in materia di ingresso a monumenti, musei e altri luoghi di cultura e ulteriori interventi per il rilancio del settore; sulle misure volte a sostenere e valorizzare l’attività delle biblioteche; sulle misure per tutelare e promuovere il patrimonio artistico-culturale italiano, con particolare riferimento all’adeguamento dei musei agli standard internazionali; sulle iniziative volte alla predisposizione di un sistema di controllo sull’operato delle soprintendenze, alla luce delle vicende che hanno interessato strutture del Piemonte e del Friuli Venezia Giulia; sulle iniziative normative in ordine all’attività di guida turistica. Il governo risponderà, inoltre, a una interrogazione sulle iniziative per il rilancio della produttività e della competitività del polo siderurgico di Terni e per il mantenimento dei livelli occupazionali, sulle iniziative per l’esenzione dal pagamento dei diritti d’autore con riferimento all’utilizzo della musica cosiddetta “d’ambiente” da parte delle società sportive dilettantistiche nell’ambito delle loro attività; sulle iniziative per contemperare la piena fruizione dei siti archeologici di rilievo con l’esercizio dei diritti sindacali dei lavoratori ivi operanti; sulle iniziative volte a estendere ai luoghi di cultura l’ambito di applicazione della normativa in materia di sciopero nei servizi pubblici essenziali; sulle iniziative dirette a riformare la disciplina del compenso per la riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email