Una Pasqua da asporto, Confesercenti Modena plaude l’appello del Sindaco Muzzarelli e chiede un “Pacchetto Emergenza” per la ripartenza della città

Il Presidente Salvatori: “Aiutare i ristoratori e i baristi deve essere una priorità anche del Comune di Modena, per questo attendiamo con ansia di valutare e vedere poi approvato il “pacchetto ripartenza”

“Ordinare un pranzo da asporto per Pasqua e Pasquetta è un modo per sostenere in maniera concreta i ristoratori del territorio modenese, che in questi giorni – in condizioni normali – ci avrebbero accolto nei loro locali per le festività”, sottolinea Mauro Salvatori, Presidente Confesercenti Area Città di Modena, unendosi all’appello dei giorni scorsi del sindaco Muzzarelli. “Molti locali si sono attrezzati per l’asporto e anche per il delivery: approfittare di questi servizi significa premiare la capacità di adattamento del settore e puntare sui nostri prodotti tipici. E’ un vero e proprio gesto di solidarietà all’intero settore della ristorazione in forte crisi”.

E per una ripartenza efficace Confesercenti Modena chiede all’amministrazione un pacchetto di azioni ad hoc per sostenere il tessuto economico e sociale della città a seguito dell’emergenza, come sta già avvenendo anche in altri comuni della provincia: “Aiutare i ristoratori e i baristi deve essere una priorità anche del Comune di Modena – aggiunge Salvatori – per questo attendiamo con ansia di valutare e vedere poi approvato il “pacchetto ripartenza” di cui si è discusso nei giorni scorsi in uno degli incontri con le associazioni di categoria”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email