Pinotti: prossimo Consiglio dei Ministri approverà decreti attuativi delega fiscale

L’intervento del Ministro della Difesa, in rappresentanza del Governo, all’Assemblea Confesercenti 2015

Cnfsrcnt_091

“Il consiglio dei ministri di domani approverà i decreti attuativi della delega sulla riforma fiscale”. Lo ha annunciato il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, in occasione dell’assemblea annuale di Confesercenti, che ha sottolineato l’importanza della riduzione dell’imposizione fiscale per consolidare la ripresa e permettere che si trasferisca anche al mercato interno . Nel suo intervento il Ministro, intervenuto in rappresentanza del Governo, ha toccato molti punti di attualità, dal fisco all’immigrazione fino ai recenti scandali politici.

“La mala politica tarpa le ali a tutta l’Italia ma tarpa le ali anche alla buona politica, a chi con passione, determinazione e dedizione cerca invece di mettere tutte le proprie energie e capacità per risollevare questo paese. La corruzione e la mala politica fa così male al Paese in un momento in cui si cerca di ricostruire la speranza. Dopo l’inaugurazione dell’Expo, a cui nessuno credeva perché si pensava che non ci si sarebbe riusciti e invece ce l’abbiamo fatta e ci sono già stati 7 milioni di visitatori, non avevamo bisogno di leggere quello che dall’inchiesta ‘terre di mezzo’ viene fuori”.

“Dal punto di vista dell’immigrazione – ha continuato – registriamo un successo dell’Italia: non è ancora quello che vogliamo, non percepiamo ancora una Europa solidale come la vorremmo e come i cittadini vorrebbero sentire ma oggi viene varata la missione militare europea, una missione navale contro i trafficanti di essere umani che fino ad oggi noi stavamo sostenendo da soli. La missione Triton – ha aggiunto il ministro – oggi ha triplicato gli investimenti e arriva a 9 milioni di euro al mese, soldi che prima metteva l’Italia con la missione Mare Nostrum”.”Alcuni passaggi si stanno facendo ma -ha sottolineato Pinotti- non basta perché il Mediterraneo non può essere una frontiera per coloro che fuggono spesso dalle guerre e dal rischio di morire. Però dire che non si è fatto nulla e non si è ottenuto nulla è altrettanto sbagliato”.Per quanto riguardo i migranti bloccati da 9 giorni alla frontiera con la Francia di Ventimiglia, il ministro della Difesa ha spiegato: “Non posso darvi un aggiornamento ad horas perché è un aggiornamento che non dipende solo dal governo.”Il tema della solidarietà dell’Europa -ha proseguito Pinotti- resta ancora tutto aperto per quello che riguarda l’accoglienza dei migranti. Se potessi dirvi una parola definitiva sarei molto contenta di dirvela ma -ha concluso il ministro- non posso, dobbiamo trovare l’intesa”.

 

Pin It