Sicurezza in città, Confesercenti Modena: “Zona MEF: fiore all’occhiello per la città. Occorre però maggior presidio delle Forze dell’Ordine nelle ore serali”

 

“Una zona diventata fiore all’occhiello della città con la presenza della Casa Museo Enzo Ferrari. Ma che al tramonto mostra qualche criticità dal punto di vista della sicurezza, anche delle persone.” Così Confesercenti Modena, focalizza l’attenzione su via Paolo Ferrari e via Piave. Di giorno animate, grazie alla presenza anche di numerosi turisti, molti provenienti dall’estero, in visita al museo. Di sera invece, con qualche rischio di vivibilità.

“Con gli sforzi fatti in passato per valorizzare la zona, l’auspicio ora sarebbe quello di poter frequentare la strada in tranquillità e sicurezza pure il tardo pomeriggio e la sera, data anche la presenza di esercizi commerciali e locali dediti alla ristorazione che generano un buon richiamo. Da più parti – operatori e residenti compresi – a montare però è la preoccupazione di non poterlo fare, a causa molte volte di presenze poco rassicuranti. Pur riconoscendo il lavoro indefesso e portato avanti con cura dalle Forze dell’Ordine in città, invitiamo, al fine di evitare eventuali futuri episodi spiacevoli, ad un maggior presidio del territorio ed in particolare nelle ore serali”, conclude l’Associazione imprenditoriale.

Pin It