Abruzzo, Balneari: “Rifiuti spiaggiati, serve regolamento regionale”

Fiba-Confesercenti e Sib-Confcommercio incontrano Di Dalmazio e Gerardini: “La categoria ha bisogno di regole certe”

“I balneari abruzzesi hanno bisogno di regole certe. Troppe volte è successo che i titolari delle concessioni, per offrire un servizio a clienti e cittadini, abbiano ripulito la spiaggia dai rifiuti e dai detriti “spiaggiati” dopo le mareggiate, e si siano ritrovati multati. È necessario chiarire fin da questa stagione balneare i diritti e i doveri della categoria». Lo affermano Giuseppe Susi, presidente di Fiba-Confesercenti, e Riccardo Padovano, presidente del Sib-Confcommercio, che stamani hanno incontrato a Pescara, assieme al presidente del consorzio Confesercenti “Riviera del sole” ed al direttore di Confesercenti Teramo Flaminio Lombi, l’assessore regionale Mauro Di Dalmazio ed il dirigente del servizio rifiuti della Regione Franco Gerardini. «Chiediamo alla Regione di convocare subito un tavolo con Capitaneria di porto e Genio civile per chiarire il quadro delle competenze – spiegano Susi e Padovano – e che si vada rapidamente ad un regolamento che metta i balneari al riparo da sanzioni e multe. La categoria è pronta, come sempre, a fare il suo dovere ed a differenziare i rifiuti ed i detriti raccolti, e conferirli secondo i regolamenti comunali. Occorre procedere a questo chiarimento fin dalla prossima stagione estiva, per evitare che ad ogni mareggiata – concludo i vertici di Fiba-Confesercenti e Sib-Confcommercio – si ripetano equivoci, malintesi e disservizi ai turisti con conseguente danno d’immagine per l’Abruzzo”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email