Agenzie di viaggio: Assoviaggi, crollano prenotazioni estero, “Pronti a chiedere stato di crisi”

Il Presidente delle Agenzie di Viaggio Confesercenti: “L’Italia tiene ma nessun incremento”

La paura terrorismo “ha influito moltissimo sulle prenotazioni che si fanno di solito in questo periodo e tante sono ancora in attesa. Negli ultimi 25 giorni non c’è stato un flusso in incremento, anzi registriamo un calo. Il crollo ha riguardato principalmente le destinazioni come la Francia e ha interessato anche le mete a lungo raggio come Oceano Indiano, Caraibi, Oriente e Africa mentre la Spagna è rimasta abbastanza stabile”. Questo il quadro delineato all’Adnkronos da Gianni Rebecchi, presidente Assoviaggi-Confesercenti, associazione italiana agenzie di viaggi e turismo.

“Le cancellazioni sulle prenotazioni già effettuate non hanno avuto un grande incremento, pertanto tutto cio’ che era stato prenotato fino a un mese fa è rimasto piu’ o meno invariato tranne che per Francia e Parigi – sottolinea – che hanno avuto tante disdette, sono piovute le cancellazioni. Dopo gli attentati regna la paura”. E le ripercussioni sono forti.

“Nelle Regioni ci stiamo già attivando, con gli assessorati al turismo, presidenti e sindacati per chiedere lo stato di crisi delle agenzie di viaggio – spiega Rebecchi – proprio perché sono crollate le prenotazioni dopo i fatti di Parigi. Il periodo è molto difficile e coinvolge un numero di addetti e imprese notevole. In Lombardia e Liguria abbiamo già avuto degli incontri e proseguiremo in tutte le regioni”.

Per l’Italia “fortunatamente non ci sono state grosse cancellazioni ma nemmeno si puo’ parlare di incremento di prenotazioni: non c’è una corsa a voler raggiungere quelle destinazioni molto importanti, come puo’ essere Roma. Certo non guarderei all’Italia – prosegue – con il pessimismo con cui stiamo guardando alle altre destinazioni. L’Italia al momento sta tenendo”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email