Meeting Confesercenti. Alesina: “Per Italia più importanti le riforme che mantenere il deficit sotto il 3%”

DSC_6052 (Copia)

 

Stanno uscendo meglio dalla crisi quei Paesi che hanno puntato su taglio spese che su aumento tasse

Il prossimo problema per la stabilità economica e finanziaria d’Europa sarà la Francia. E’ la previsione formulata, nel corso del Meeting di Confesercenti, dal professore di economia politica ad Harvard, Alberto Alesina. “Il presidente Hollande è immobile, non sta facendo niente. Credo per questo che il prossimo problema in Europa arriverà dalla Francia”.

Parlando dell’Italia, l’economista ha spiegato che “il problema del nostro Paese non è tanto andare leggermente sopra il tetto del 3% del deficit ma non riuscire a instaurare un rapporto credibile con l’Europa. E’ una questione di credibilità” – ha sottolineato. “Il 3% è l’unica cosa che siamo in grado di offrire. Se presentassimo un piano serio di taglio delle spese anche uno sforamento temporaneo del tetto del deficit non sarebbe un problema”. “Anche la Germania anni fa era sopra il 3% ma nessuno in Europa si è preoccupato”. Infine Alesina ha osservato che “stanno uscendo meglio dalla crisi quei paesi che hanno puntato sul taglio delle spese e non sull’aumento delle tasse”.

 


 

 

Salvatore Rossi

Processo alla Finanza

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email