Banche, Patuelli: “Servirebbe Basilea 4”

Ora seria riflessione su ‘soglie patrimoniali’ minime per banche

 

soldi”C’è necessità ed urgenza di avere normative bancarie identiche in tutti i Paesi soggetti alla vigilanza unica: ciò è indispensabile innanzitutto per avere piena e identica certezza del diritto su materie così complesse che riguardano non solo le banche, ma anche i rapporti con le imprese e le famiglie”. Lo scrive il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, in un’intervento sul ‘Il Sole 24 Ore’. ”Pertanto occorre che si inizino al più presto i lavori per la realizzazione di un testo unico bancario europeo e di un testo unico della finanza ugualmente europeo senza i quali l’Unione Bancaria non può essere coerentemente completata -continua Patuelli-. In questo quadro sono ancor più urgenti le riflessioni sulle ‘soglie patrimoniali’ minime per le banche. Gli ‘esami’ dell’autunno scorso della Bce sulle principali banche sono alle spalle e sono antecedenti al 4 novembre 2014, data di inizio dell’Unione Bancaria Europea”. “Ora diviene assai importante che tutta la comunità dell’economia europea abbia ben chiari i livelli minimi patrimoniali (Cet1) che rappresentano indicatori fondamentali per l’operatività delle banche e conseguentemente per la concessione di prestiti a imprese e famiglie -continua Patuelli-. La crisi sembra aver rapidamente fatto superare le varie norme di Basilea che contenevano sempre dei numeri precisi di soglie patrimoniali da raggiungere per le banche, nonché i regolamenti per conteggiare prudentemente i rischi, appunto con regole pubbliche e chiare per tutti”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email