Bar, negozi, studi professionali, servizi: trenta aziende per il via al nuovo progetto. La scelta forte di Confesercenti Siena per mettere in rete i benefici dell’innovazione

Il salto avanti nell’e-commerce degli esercenti senesi- Ecco “I-Zoom”: il cliente paga solo quando consuma


confst_zoom4Negozi di abbigliamento, bar, strutture ricettive. E poi ristoranti, centri benessere, studi dentistici: è variegata la natura dei primi esercenti senesi protagonisti di IZOOM, l’iniziativa promossa da Confesercenti Siena per accompagnare le piccole imprese locali verso i benefici dell’innovazione digitale. Dal mese di giugno, questi ed altri soggetti faranno ‘rete’ (sia in senso reale che metaforico) per offrire ai consumatori di Siena e provincia un panorama di proposte più ampio, conveniente e comodo da sfruttare. Punto d’incontro per questo centro commerciale digitale made in Siena sarà l’indirizzo internet www.izoom.it, dove prodotti e servizi degli esercenti senesi si alterneranno in forma di ‘offerte flash’ (breve durata e altissima convenienza) o di proposte a più lunga decorrenza.

Il doppio vantaggio per consumatori ed esercenti. IZOOM offre alle imprese senesi la possibilità di far squadra e entrare da protagonisti nel ‘digital couponing’, un segmento commerciale in forte ascesa negli ultimi tre anni in Italia e in buona parte del mondo. Gli utilizzatori sperimenteranno però una modalità di utilizzo diversa rispetto a quanto proposto da altre realtà più o meno note. I consumatori non dovranno anticipare il pagamento dei beni o servizi acquistati fino al momento dell’effettivo consumo o ritiro; per gli esercenti, il vantaggio sarà invece quello di incassare integralmente il prezzo del venduto, senza commissioni da detrarre. Per entrambi, inoltre, la praticità di utilizzo che prescinde dalla necessità di regolare con moneta elettronica le transazioni generate.

La partenza e gli obiettivi. La via senese al commercio digitale, proposta da Confesercenti Siena, comincia con una ‘batteria’ di trenta imprese attive nel commercio, nel turismo e nei servizi alla persona: fin dalle prossime ore proporranno al pubblico senese (o non senese, nel caso delle strutture ricettive) occasioni interessanti per acquistare un abito, andare a cena in coppia, regalare un trattamento benessere o regalarsi un weekend fuori casa. I primi aderenti alterneranno le proprie proposte su IZOOM mediamente con cadenza mensile, e così faranno le attività che nelle prossime settimane incrementeranno gradualmente l’assortimento del portale. Obiettivo complessivo sarà quello di raggiungere e incrementare il livello di soddisfazione che l’iniziativa ha già raggiunto in alcuni territori italiani (Emilia e Lombardia) dove è stata inizialmente testata, con l’utilizzo di oltre 200mila coupon proposti in due anni da oltre 700 attività commerciali.

Verso altre novità. Punto d’unione tra il digitale e l’attività ‘reale’ delle imprese senesi, IZOOM sarà necessariamente attenta al valore dell’innovazione tecnologica: si presenta con un interfaccia di nuova generazione ed a misura di smartphone, e sarà corredata prossimamente da funzionalità particolarmente evolute come il wifi-couponing di prossimità, ovvero la possibilità di generare offerte personalizzate per il pubblico fisicamente all’interno dei punti vendita . “Si apre un percorso di incisivo stimolo per le imprese senesi – commenta il Presidente di Confesercenti Siena, Carlo Conforti – verso una presenza sul mercato al passo con i tempi. Il bisogno di innovazione non può esaurirsi qui; il messaggio di stimolo vale indirettamente per tutti i soggetti che guardano o devono guardare con attenzione alle sorti del nostro tessuto imprenditoriale”.

Per Raffaele Catone, Responsabile marketing di IZOOM/INPUT “Siena rappresenta la prima città in Toscana dove sviluppare l’azione di Input e Confesercenti per lo sviluppo su iZOOM.it dell’offerta turistica. Un nuovo campo di azione per la nostra piattaforma di couponing che da oggi è anche l’unica a pubblicare direttamente i contenuti in multilingua. Una funzione impegnativa ma necessaria per rendere confortevole ed immediata la navigazione a tutti i turisti in transito nel nostro Paese sempre più abituati ad utilizzare i coupon digitali”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email