Benzinai: convocato il 30 luglio il comitato di colore piemontese EG

Nel corso dell’incontro sarà illustrato il nuovo accordo economico e normativo

A seguito della recente sottoscrizione del nuovo Accordo economico e normativo, nell’ambito dell’operazion “EG Tour” varata da Faib nazionale, è convocato per questa sera lunedì 30 luglio, alle ore 21, presso la sede Confesercenti di Torino, Corso Principe Eugenio 7, il comitato di colore piemontese EG Eurogarages Italia, per illustrare  e approfondire i contenuti dell’intesa.

Alla riunione parteciperà, insieme al Presidente Regionale Gianni Nettis, Martino Landi, Presidente Nazionale FAIB.

L’incontro è finalizzato a dare a tutti i gestori EG le informazioni sui contenuti economici e normativi contenuti nell’Accordo siglato lo scorso 17 luglio e  per illustrare nel dettaglio un accordo siglato dopo oltre quattro mesi di trattative.

La struttura Faib di Torino metterà a disposizione dei soli gestori a marchio Esso la copia dell’Accordo con l’impegno alla riservatezza e al divieto di divulgazione.

Ricordiamo che l’Accordo con EG conferma la continuità con l’Accordo Esso del 16 luglio 2014 e pertanto Eg riconoscerà ai gestori a marchio Esso fino all’ultimo tutto quanto sospeso entro il corrente mese di luglio. In più si rinnova l’accordo e si costruisce una cornice di certezza giuridica ai rapporti tra gestore ed EG nell’ambito della richiamata legislazione di settore: nazionale (D.Lgs. 32/98; L.57/2001;L.27/2012) e comunitaria (Regolamento CE 330/2010). Ciò significa che i rapporti economici e normativi sono stabiliti in forza di legge e non rimessi alla negoziazione individuale. Un quadro di garanzie e tutele a favore del gestore, con un impegno forte a garantire condizioni eque e non discriminatorie, con margini intangibili e non nella disponibilità di politiche commerciali e/o promozionali.

L’accordo espleterà i suoi effetti dal 1° agosto 2018 al 30 giugno 2020. Dopo tale scadenza, rimarrà in vigore sino al rinnovo dello stesso. In definitiva l’intesa rimette al centro i gestori e la loro professionalità puntando sul servito: tutti gli impianti, salvo casi eccezionali dettati da impossibilità tecniche, saranno trasformati in doppia modalità.

Durante l’incontro saranno dettagliati i margini definiti e diversificati in funzione delle modalità, con le logiche premiali, i nuovi dispositivi per gli altri prodotti, il meccanismo di determinazione del prezzo massimo e del differenziale tra modalità di servizio, le misure a sostegno degli impianti a più alta criticità, gli interventi di contenimento e trasferimento di alcuni costi di gestione.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email