Boldrini: “positivo superamento della crisi, ma non mancano contraddizioni”

Il Presidente della Camera al Meeting: ruolo importante di Confesercenti, non si può fare a meno dei corpi intermedi

“Il ruolo di Confesercenti è importante perché non si può fare a meno dei corpi intermedi che mettono la politica e istituzioni di fronte loro responsabilità”. Lo ha detto la Presidente della Camera Laura Boldrini intervenendo al meeting Confesercenti.

I segni positivi dell’economia vanno salutati “in modo positivo” e vanno valorizzati magli incrementi sono “ancora lievi” e non mancano “contraddizioni” la più grave delle quali è quella del Mezzogiorno.

Secondo il Presidente della Camera, “non sarà facile uscire da questa crisi definitivamente” e bisogna fare scelte politiche chiare e coraggiose”. Boldrini ha in particolare sottolineato che la crisi “ha aggravato le diseguaglianze”. Non ci può essere – ha detto – “una ripresa a metà”. “La recessione – ha aggiunto – sarà passata quando saranno gli italiani a dirlo. Le disuguaglianze sono aumentate tre volte tanto dal 1980 oggi”.

 “Chi possiede grandi patrimoni e ottiene profitti elevati da transizioni finanziarie sia chiamato a pagare di più – ha detto. In percentuale paga più tasse un lavoratore dipendente o un commerciante rispetto a chi manovra grandi capitali”.

“L’economia italiana – ha spiegato – ha bisogno di investimenti pubblici e privati: compito della politica è reperire risorse.

“La mia idea – ha sottolineato è che si prosegua nella politica di risparmio dell’amministrazione e poi che si intensifichi la lotta alla grande evasione fiscale e alla corruzione”.

“La nostra politica economica – ha concluso – è inquadrata in un assetto europeo quindi si deve intervenire lì. Ce la faremo anche questa volta, ma ci si deve credere”.

 

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email