Cdm, approvata la manovrina: nessun aumento per accisa e acconti Ires e Irap

Copertura da vendita immobili e tagli a ministeri ed enti locali

L’accisa sui carburanti non verrà aumentata, così come non saranno innalzati gli acconti Ires e Irap. Il Cdm dà il via libera alla ‘manovrina’ da 1,6 miliardi necessaria per riportare sotto il tetto del 3% il rapporto deficit/pil, ma fa saltare le ipotesi di copertura contenute nella bozza circolata in mattinata. Il Governo ha trovato infatti le risorse necessari con la cessione, per 500 milioni di euro, di alcuni immobili del demanio alla Cassa Depositi e Prestiti, mentre i restanti 1,1 milioni di euro arrivano da tagli alla spesa dei ministeri e dalla riduzione dei margini per gli enti locali. Salta dunque l’aumento degli acconti Ires e Irap e l’incremento dell’accisa sulla benzina di 6,5 centesimi al litro. Rimandati alla legge di stabilità, che dovrebbe essere approvato martedì prossimo, anche il rifinanziamento della Cig, inizialmente previsto per 330 milioni, così come i 35 milioni per la social card. Destinati invece 210 milioni di euro per fronteggiare l’emergenza immigrazione.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email