ComFidi, Massimo Vivoli confermato presidente: “Invertire la rotta. Ora che l’Italia conta di più in Europa rendere più flessibile il credito per le PMI”

Massimo Vivoli, è stato confermato presidente di “Italia Com-Fidi” (la società consortile  per il credito  alla Confesercenti) che  ha tenuto  stamani l’assemblea e approvato  il bilancio 2013.

“Se si vuole dare forza ai timidi segnali di ripresa in una crisi – ha detto il Presidente –  che anche in questi ultimi mesi ha prodotto la chiusura di altri 20.000 negozi, occorre superare  quelle regole EBA che penalizzano le nostre imprese rendendo maggiormente flessibili i criteri di erogazione.

Ora che l’Italia è più forte ed autorevole in Europa questo si può e si deve fare. Occorre aggredire alla radice il fattore strutturale della “crisi del credito” che si è trasformato da strumento facilitatore a sostegno delle imprese – in particolare di quelle micro e piccole – in un meccanismo che appesantisce la loro situazione economico finanziaria. 

Le PMI  risentono, infatti,  di una minore capacità di accesso a fonti di finanziamento alternative quali il mercato obbligazionario retroagendo sul sistema produttivo secondo un classico circolo vizioso di causa-effetto sul protrarsi della crisi. Se ne può uscire solo se si cambia decisamente rotta.

Il credito bancario alle imprese in Itala ha raggiunto, a Novembre, un picco del -6,2%. Nonostante i dati più recenti  del primo trimestre 2014 segnalino una lieve attenuazione, non si può parlare ancora di una vera e propria inversione di tendenza.

Tuttavia se  il 2013 è stato un anno molto difficile per l’economia in generale e per il Paese, Italia Com-Fidi ha dimostrato concretamente il proprio ruolo di sostegno alle PMI registrando un aumento delle imprese garantite  in netta controtendenza rispetto agli altri Confidi, che hanno ridotta la propria attività.

Oggi la società consortile per il credito ha 64.164 soci (+660 rispetto al 2012) e un patrimonio netto di 86.632.945 Euro. Lo stock dei Finanziamenti garantiti alle PMI sono ben 3.672.047.055. I nuovi garantiti nel 2013 registrano un aumento del 20% rispetto all’anno precedente..

Al termine dell’Assemblea il Presidente ha  ringraziato calorosamente  l’Amministratore Delegato Aleandro Manetti che  conclude il suo settimo mandato  iniziato nel lontano 1994 e termina il suo percorso lavorativo dopo 40 anni d’impegno in svariati ruoli nel sistema Confesercenti e  formulato i migliori auguri  ad Emilio Quattrocchi, nominato nuovo  Amministratore Delegato. 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email