Commercio, Confesercenti Mantova: “Alla città non occorre un nuovo supermercato”

Gli emiliani: «La concorrenza c’ è già e non ci spaventa, quel market sarà un problema urbanistico»

Molti dubbi si sono sollevati con l’intento del gruppo Esselunga guidato da Caprotti di aprire un nuovo supermercato a Mantova. Repliche dure arrivano da Confesercenti ed altre associazioni di categoria  che sottolineano di non essere contro la concorrenza libera, ma esprimono la richiesta di in un mercato con regole che garantiscano il pluralismo distributivo e dimensionale.
“Davvero la città ha bisogno di un altro supermercato in quella zona? E per recuperare quell’ area è proprio necessario un market? Chiediamo solo la garanzia delle regole. Qualcuno confonde libera concorrenza con il favorire i grossi gruppi – dice Davide Cornacchia di Confesercenti. – In ogni caso Caprotti fa il suo mestiere, è
l’ amministrazione comunale che dovrebbe chiedersi cosa serve a Mantova e se costruire un supermercato in quel punto è utile alla città. Anche la Provincia dovrebbe porsi il problema.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email