Commercio, Istat: “a febbraio -0,3% su mese, -1% su anno”

Pesano gli alimentari, in sofferenza piccoli e grandi negozi

Diminuiscono le vendite al dettaglio a febbraio. L’Istat registra una flessione rispetto al mese precedente dello 0,3% in valore e dello 0,7% in volume e un calo rispetto all’anno precedente dell’1% in valore e il 2,4% in volume. Pesano in particolare i beni alimentari. I negozi della grande distribuzione e le piccole superfici mostrano andamenti simili, con flessioni, rispettivamente, dell’1% e dell’1,1% su base annua.

Rispetto a gennaio 2017 le vendite di beni alimentari registrano una diminuzione dell’1,1% in valore e del 2,0% in volume, mentre quelle di beni non alimentari restano sostanzialmente stabili con un aumento dello 0,1% in valore e una variazione nulla in volume. L’Istat spiega che “al di là delle oscillazioni mensili, nella media del trimestre dicembre 2016 – febbraio 2017 il valore delle vendite aumenta dello 0,3%, mentre il volume diminuisce dello 0,2%. Tali dinamiche sono interamente ascrivibili ai prodotti alimentari, mentre le vendite di beni non alimentari risultano invariate, nello stesso arco temporale, sia in valore che in volume”.

Rispetto a febbraio 2016, per i prodotti alimentari l’istituto di statistica rileva una diminuzione dell’1,2% in valore e del 4,8% in volume. Anche le vendite di prodotti non alimentari sono in flessione, dello 0,9% sia in valore sia in volume.

Leggi le altre notizie in Primo Piano 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email