fbpx

Confesercenti Angri: che lo sport sia alla portata di tutti

La Confederazione al fianco delle associazioni sportive.

Confesercenti Angri: che lo sport sia alla portata di tutti  L’Associazione di categoria angrese, che per buona parte delle attività sul territorio si avvale della piena collaborazione di un’associazione culturale denominata “Angri nel 2000”, si sente in dovere di essere solidale con le altre associazioni presenti in città e particolarmente le associazioni sportive, che per poter espletare il proprio mandato, necessitano dell’utilizzo di strutture adeguate, il più delle volte pubbliche.

Alcune di queste strutture, fino a qualche mese fa direttamente gestite dalla macchina comunale, da quest’autunno non lo saranno più, visto che l’amministrazione con Determinazione DSG N° 00641/2016 del 05/08/2016, ha indetto una gara d’appalto per la gestione diretta da parte di soggetti privati; particolarmente la gara interessa due palestre, le più nuove e capienti, una sita in via D. Alighieri e l’altra in via Adriana.

A valle di questa gara d’appalto, regolarmente espletata e vinta da due associazioni ben radicate sul territorio cittadino, nel cui merito non si vuole assolutamente entrare, non avendo le competenze né le informazioni necessarie e tantomeno alcun interesse; la Confesercenti si sente in obbligo di prendere posizione e di richiedere un intervento da parte del Sindaco e dell’Assessore competente affinché le associazioni sportive che stanno subendo un disagio dalla situazione che si è venuta a creare (disponibilità ridotta di ore, tariffe oltremodo onerose, difficoltà di interfacciarsi con la nuova gestione), possano mitigarne gli effetti e poter continuare la loro missione per una crescita sportiva, sociale e culturale dei tanti ragazzi che le centinaia di famiglie angresi, affidano alle cure degli istruttori ed allenatori che operano sul territorio.

Nella convinzione che la voce di tante associazioni possa essere ascoltata e che si possa giungere conseguentemente ad una positiva soluzione della vicenda, si resta a disposizione per ulteriori iniziative in merito.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email