Confesercenti Angri: gestione parcheggio Corso Italia

Incontro tra l’Amministrazione comunale e il presidente Aldo Severino.

Confesercenti Angri: gestione parcheggio Corso Italia  Si è tenuto nell’ufficio del Sindaco a piazza Crocifisso, l’incontro con la delegazione della Confesercenti  di Angri, riguardo l’annosa situazione del parcheggio al prolungamento Corso Italia, presenti oltre al Sindaco, al presidente Aldo Severino, gli assessori Barba e D’Aniello.

Alla richiesta dell’Associazione di Categoria, già protocollata alcuni mesi fa, di poter gestire in maniera autonoma lo spazio tutt’ora impegnato come sosta gratuita per auto, il Sindaco ha sottolineato che, si può valutare la possibilità di assegnare temporaneamente detto spazio alla Confesercenti, previa presentazione di aggiornata richiesta tramite il protocollo comunale e dopo adeguata valutazione e successiva approvazione della Giunta. Il presidente Severino si è impegnato a produrre il documento al più presto per poter concludere positivamente l’accordo.

Già in passato la zona, con una convenzione sottoscritta dal sindaco di allora, Mauri, venne affidata alla Confesercenti Angri che gestendo l’area di sosta gratuita, realizzava interventi di manutenzione ordinaria  e straordinaria regolamentandone chiusura e apertura con divieto di sosta notturna. Alla scadenza, e non avendo ottenuto proroga ai termini previsti nella convenzione, Severino ha più volte sollecitato interventi urgenti, segnalando le problematiche alle autorità competenti, facendosi anche portavoce delle lamentele dei residenti, dei commercianti e dei fruitori del parcheggio esasperati da incuria e degrado.

Siamo soddisfatti – spiega  Severino – dei segnali di apertura mostrati dall’attuale amministrazione comunale, in quanto la gestione controllata porterebbe numerosi vantaggi per l’intera comunità. Il nostro impegno, anche grazie a sponsorizzazioni private, è di pulire l’area dalle sterpaglie e rifiuti di ogni genere, sistemare la pavimentazione, potenziare l’illuminazione e controllarne apertura e chiusura, evitando atti vandalici e schiamazzi notturni. Inoltre si potrebbe, abolendo un muretto, ampliare l’area per renderla ulteriormente capiente: una soluzione – conclude Severino – fortemente auspicata anche commercialmente vista la carenza di parcheggi”.

Leggi le altre news Dal Territorio 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email