fbpx

Confesercenti Area del Frignano: “Bene l’annunciata riapertura del bar di Verica ma occorre incentivare e sostenere i commercianti delle piccole località montane”

Il Presidente Tadolini: “Se vogliamo mantenere i residenti nelle zone montane, dobbiamo garantire i servizi a cominciare da quelli fondamentali”

Confesercenti Area del Frignano interviene sulla recente notizia dell’annunciata riapertura del bar Piccioli, chiuso dopo oltre 40 anni di attività, con una nuova proprietà. “Bene la decisione di riaprire, ma rimane il problema della desertificazione commerciale nei comuni montani

“Positivo l’annuncio della riapertura del locale di Verica, che auspichiamo avvenga in tempi rapidi – spiega Matteo Tadolini, Presidente Confesercenti Area del Frignano – ma occorre invertire la tendenza a cui stiamo assistendo e che colpisce in particolare i comuni montani ovvero la desertificazione commerciale che avanza, bruciando posti di lavoro e, come in questo caso, lasciando senza accesso di beni di prima necessità i piccoli comuni e frazioni.”

“Il bar Piccioli, come tante altre attività di prossimità – continua Tadolini – sono state fondamentali durante il lockdown, offrendo un servizio coraggioso di vicinanza. Oggi, molte di queste, attività, si ritrovano a dover fare i conti con nuove difficoltà: dalla stagnazione dei consumi all’aumento dei costi energetici e delle materie prime. Problematiche che hanno acuito le difficoltà delle piccole imprese commerciali, in generale e in particolare nelle piccole località. Occorre prevedere sostegni a favore del territorio e delle attività in particolare nelle zone montane, incoraggiare investimenti di riqualificazione e rigenerazione, migliorare il livello delle infrastrutture del tessuto economico: non dobbiamo dimenticare che nei comuni montani un esercizio polifunzionale è spesso l’unico elemento di presidio di socialità e di servizio che c’è per la popolazione locale.”

“Se vogliamo mantenere i residenti nelle zone montane, dobbiamo garantire i servizi a cominciare da quelli fondamentali quali sono i negozi alimentari e agevolare e dare incentivi a chi, con coraggio, intende mantenere attivi presidi economici e sociali nelle piccole frazioni montane” conclude Tadolini.

Condividi