Confesercenti Bologna: #NATALEVICINOATE Iniziativa di Confesercenti Bologna per promuovere le attività del territorio bolognese

il Direttore Rossi: “Auspichiamo che tanti cittadini e consumatori possano aderire a questa iniziativa, con la consapevolezza che sostenere le piccole attività commerciali e turistiche del nostro territorio rappresenti un valore sociale ed economico”

La Confesercenti di Bologna esprime forte preoccupazione per le previsioni sull’andamento dei consumi in vista delle prossime festività natalizie, che non lasciano intravedere una inversione di tendenza rispetto alla difficile situazione delle piccole e medie imprese del commercio e del turismo, alle prese con la crisi conseguente all’emergenza Covid-19.

Per sensibilizzare i cittadini e i consumatori del territorio bolognese in vista del Natale, Confesercenti Bologna ha promosso l’iniziativa denominata #Natalevicinoate, alla quale hanno già aderito e stanno aderendo tante imprese bolognesi. Acquistare e consumare nelle prossime festività in piccole attività di vicinato vuol dire dare una mano ad un settore in difficoltà, scegliere la qualità e il servizio e sostenere l’economia e il lavoro del nostro territorio.

L’elenco delle attività aderenti all’iniziativa è consultabile alla pagina confesercentibo.it/natale-vicino-a-te

Auspichiamo che tanti cittadini e consumatori – afferma Loreno Rossi, direttore di Confesercenti Bologna – possano aderire a questa iniziativa, con la consapevolezza che sostenere le piccole attività commerciali e turistiche del nostro territorio rappresenti un valore sociale ed economico.

Mantenere vivo un tessuto di negozi e attività di pubblico esercizio garantisce la vivibilità e la sicurezza di tanti centri urbani, oltre a incidere positivamente sull’economia e il lavoro della nostra comunità.

L’iniziativa #Natalevicinoate è stato organizzata con il contributo della Camera di Commercio di Bologna.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email