Confesercenti Emilia Romagna: bene proposta di prorogare al 2021 “Parma capitale italiana della cultura”

La proroga servirebbe per recuperare in parte ciò che si sta perdendo e contribuirebbe a dare prospettive nuove

“La proposta di prorogare al 2021 le iniziative di ‘Parma 2020 capitale italiana della cultura’ per recuperare in parte quello che ora si sta perdendo, trova il pieno consenso di Confesercenti Emilia Romagna, che auspica una decisione in tal senso in tempi brevi”. È quanto è emerso oggi nella riunione di Giunta regionale di Confesercenti, tenutasi in videoconferenza, alla presenza dei Presidenti delle Confesercenti dell’Emilia-Romagna.

“La proposta – si legge in una nota diffusa dall’associazione – avrebbe un notevole impatto anche da un punto di vista psicologico, contribuendo a dare prospettiva a realtà che si trovano letteralmente in ginocchio e particolarmente colpite non solo nell’ambito del turismo ma anche di tutte le attività collegate come commercio e pubblici esercizi. Per questo motivo la Confesercenti sosterrà la proposta delle tre realtà coinvolte, Parma, Piacenza e Reggio Emilia e fatta propria dal Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, in tutte le istanze e in tutti i livelli”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email