Confesercenti incontra Salvini e Bitonci, “Dare più risorse alle imprese, servono sostegni anche per costi fissi”

Sostegni immediati alle imprese, adeguati alle perdite di fatturato e ai costi fissi sostenuti, ma anche un piano per far ripartire le imprese.

È quanto ha chiesto Confesercenti al Segretario federale della Lega Matteo Salvini che oggi, insieme all’onorevole Massimo Bitonci, ha incontrato a Roma i vertici dell’associazione delle imprese del terziario, dei servizi e del turismo.

“Nel corso del colloquio, abbiamo rappresentato al Segretario con franchezza la gravità della situazione, che vede molte imprese ormai al limite. Bisogna fare di più”, spiega Patrizia De Luise, Presidente nazionale Confesercenti.

“Dopo oltre un anno di restrizioni – continua la Presidente De Luise – le attività economiche, soprattutto quelle dei nostri settori, le più colpite da divieti e limitazioni, hanno bisogno di interventi che vadano oltre quanto previsto dal Dl Sostegni. Serve un Decreto Imprese, che garantisca ristori adeguati e un’iniezione immediata di credito. Serve poi anche un preciso cronoprogramma per ripartire”.

In particolare – conclude Confesercenti – abbiamo convenuto sull’esigenza di agire immediatamente sui costi sostenuti dalle imprese per gli affitti, attraverso un meccanismo di credito di imposta a favore dei proprietari e l’applicazione di una cedolare secca. Aspettative positive vengono dal nuovo piano vaccinale, ma è indispensabile dare credito e liquidità alle imprese”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email