Confesercenti Lombardia supporta la Regione nella revisione dell’inquadramento della Lombardia quale “Zona Rossa”

Il Presidente Rebecchi: “Auspichiamo vivamente che le più recenti evidenze epidemiologiche presentate dalla Regione possano effettivamente giustificare l’applicazione di misure meno gravose per le imprese lombarde”

Il Presidente di Confesercenti Lombardia – Gianni Rebecchi – ha formalizzato al Presidente della Regione – Attilio Fontana – il supporto dell’Organizzazione imprenditoriale rispetto all’impegno volto alla revisione dell’inquadramento della Lombardia quale “Zona Rossa”, con conseguente applicazione di misure ancor più gravose per le imprese lombarde.

Auspicando che l’iniziativa del Presidente Fontana possa avere successo, il Presidente Rebecchi ha in ogni caso sollecitato quest’ultimo – in caso contrario – a cercare un’intesa col Ministro della Salute al fine di prevedere un’esenzione dall’applicazione delle misure della zona rossa per specifiche parti del territorio lombardo, così come previsto dal nuovo DPCM in ragione del più contenuto rischio epidemiologico che effettivamente si registra in importanti aree della Regione e così come invocato dagli Amministratori d’importanti enti locali.

«Confesercenti Lombardia auspica vivamente che le più recenti evidenze epidemiologiche presentate dalla Regione possano effettivamente giustificare l’applicazione di misure meno gravose per le imprese lombarde e, in particolare, per le attività della somministrazione e del commercio al dettaglio», ha dichiarato Gianni Rebecchi. «Qualora ciò non accadesse, confidiamo in ogni caso che il Presidente Fontana vorrà evitare di assoggettare tutto il territorio regionale a tali misure, cercando un’intesa per tutelare le aree meno colpite dalla pandemia».

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email