Confesercenti Modena: vendita di case in crescita sul territorio modenese incidono costi bassi e aumento di mutui erogati

Compravendite immobiliari, indagine di Anama-Confesercenti Modena.

Confesercenti Modena : Vendita di case in crescita sul territorio modenese incidono costi bassi e aumento di mutui erogati  Il dato, relativo al primo semestre 2016, rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, segna circa un +28% nell’intera provincia e quasi un +40% nel capoluogo. Bene anche gli affitti. Difficoltà però per under 35 e giovani famiglie.

 Il mercato immobiliare residenziale mostra segni di concreta e solida vivacità sul territorio modenese, capoluogo compreso.

A confermarlo è un’indagine condotta da ANAMAConfesercenti Modena da cui emerge che, la decisa ripresa delle compravendite di case nei primi sei mesi dell’anno, risulta sostenuta in particolare dai costi delle abitazioni ancora in calo e quindi favorevoli, e dalla crescita dei mutui erogati dalle banche.

”Un bilancio sicuramente positivo – esordisce Archimede Pingiori, presidente provinciale di ANAMA sigla che rappresenta gli agenti immobiliari associati a Confesercenti – Mettendo, infatti, a confronto il primo semestre 2016 con l’analogo periodo del 2015, se in Emilia Romagna ci sono state 4.420 compravendite in più con un aumento del 24,99%, nella nostra provincia le transazioni in più ci sono state 729 segnando un incremento del 27,80%, mentre nel solo capoluogo l’accrescimento percentuale è stato del 39,73%, pari a 292 rogiti in più.

Le previsioni in vista della chiusura del 2016 confermano l’ascesa delle compravendite, favorite sia dal calo del valore delle abitazioni che non sembra arrestarsi (dall’1 al 3% in meno rispetto al 2015) e da un regime fiscale più favorevole. Ma anche, dalla disposizione delle banche ad erogare mutui con tassi ai minimi storici; nei primi 9 mesi dell’anno i mutui concessi sono aumentati di oltre il 12% sull’intero territorio provinciale con una lieve crescita degli importi medi, superiore al 2%.”

“Il buon momento del mercato – ha poi proseguito Pingiori – è evidenziato anche dalla crescita dei casi di permuta: cioè di coloro che cercano un’abitazione più grande (una stanza in più e doppi servizi) e dalla maggiore sensibilità e attenzione che manifestano sempre più acquirenti nei confronti delle case costruite con criteri antisismici e con una migliore efficienza energetica.

Sale inoltre, ed è una notizia che conforta gli operatori, la quota di immobili residenziali intermediata dalle agenzie immobiliari. Si stima infatti che la percentuale di affari conclusi da mediatori professionisti abbia superato il 60%, un risultato che non si riscontrava da almeno un decennio.”

Unica nota stonata è rappresentata dalle difficoltà che ancora incontrano i giovani e le famiglie di nuova formazione ad acquistare casa. Difficoltà, nel caso dei giovani certificata recentemente anche dall’ISTAT, su base nazionale, che trova conferma pure nella nostra provincia.

“La quota di proprietari di casa con un’età inferiore ai 35 anni si ferma al 65,3% – dice Pingiori – mentre sale all’88,6% per chi ha un’età superiore ai 65 anni. Sebbene in miglioramento, questa situazione è destinata a permanere ancora a lungo a causa soprattutto della crisi, dei cambiamenti del mondo del lavoro ma anche della diffidenza che mostrano ancora le banche a concedere i mutui ai giovani privi di contratti di lavoro stabili.”

Anche il mercato delle locazioni del comparto abitativo conferma, nel periodo gennaio-giugno 2016, il suo andamento positivo. La domanda, sostenuta in particolare da studenti e lavoratori provenienti da fuori provincia, di bilocali e trilocali resta alta, soprattutto in certi quartieri cittadini, mentre  gli importi dei canoni, dopo un lungo periodo in flessione, hanno ora una certa stabilità.

Sulle previsioni, il presidente di ANAMA, resta cauto: “Uno studio TECNOCASA prevede, nel 2017, un ulteriore aumento delle compravendite di case ed una ripresa lenta dei prezzi. Per contro potrebbe invece perdere quota il mercato degli affitti dovuto alla maggiore possibilità di accesso ai mutui e ai prezzi ancora contenuti. Vedremo.”

Leggi le altre notizie Dal Territorio —> https://www.confesercenti.it/blog/archivi/dal-territorio/

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email