Confesercenti Pistoia: cena di gala e scambio di auguri

Bilancio di fine anno, Bruzzani: “La nostra missione è rappresentare al meglio i bisogni delle imprese ed avere un rapporto costruttivo con le Istituzioni”

Ieri sera la cena di gala degli auguri della Confesercenti. “In Valdinievole il triplo di supermercati che a Pistoia o a Prato”. E si è parlato anche del “pericolo” Amazon.

Si è svolta ieri sera all’hotel Ercolini & Savi di Montecatini la cena di gala per gli auguri di fine anno della Confesercenti provinciale di Pistoia. E’ stata l’occasione per il presidente Pier Luigi Lorenzini di augurare buon Natale e buone Feste a tutti i dipendenti del gruppo. Hanno partecipato all’evento, oltre ai vertici dell’associazione, l’assessore regionale al termalismo Federica Fratoni, il consigliere regionale Marco Niccolai, il sindaco di Montecatini Luca Baroncini, il sindaco di Monsummano Simona De Caro, gli assessori alle attività produttive di Monsummano Monica Marraccini e di Ponte Buggianese Beatrice Giannanti, il presidente della Camera di commercio Stefano Morandi.

Un bilancio di fine anno è stato fatto, durante l’appuntamento, dal direttore provinciale Riccardo Bruzzani. “La nostra missione fondamentale – ha detto – è rappresentare al meglio i bisogni delle imprese. Di qui il principio che ci guida, volto a un rapporto costruttivo con i rappresentanti delle istituzioni”.

“I soci e i dipendenti – ha proseguito Bruzzani – sono i tesori del nostro portafoglio. E’ bello essere parte attiva di un’associazione. Il mondo di oggi si caratterizza per la solitudine delle persone. L’appartenenza alla Confesercenti può essere una medicina per non sentirsi soli, facendo parte di una squadra. C’è stato un periodo che le associazioni venivano ritenute intermediazione parassitaria e potevano essere eliminate con il contatto diretto tra politici e imprese. E’ dimostrato che non funziona così, perché decapitare la democrazia in una società complessa è un errore. I corpi intermedi restano fondamentali per la crescita dell’economia e per le aziende, soprattutto piccole e medie”.

“Il mondo del commercio, però – ha detto il direttore – si restringe e la concorrenza è forte. Molti, forse, non sanno che in Valdinievole (90.000 abitanti) ci sono iper e supermercati in numero triplo rispetto a Pistoia (stessi abitanti circa) e Prato che ha più del doppio di abitanti. Da Pistoia a Pescia sono rimasti meno di 10 negozi di calzature. Amazon uccide i negozi di abbigliamento e non paga le stesse tasse di altri colossi, né rispetta i contratti di lavoro come deve fare una piccola azienda. Il commercio di vicinato si riduce ogni anno e scompare. Il turismo resiste, ma Montecatini soffre molto, così come la montagna. E’ necessaria come l’ossigeno la crescita economica del Paese. Per questo lavoriamo per il progetto strategico e il protocollo d’intesa con la Regione riguardante i nostri territori”.

“Dobbiamo – ha concluso Bruzzani – essere capaci tutti insieme di esprimere idee innovative, visione del futuro e piani di lavoro concreti per la loro applicazione. Sono convinto che Confesercenti possa avvicinarsi a questo traguardo”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email