Confesercenti Trentino, Fiepet: “Bene la manovra Pat da 350 milioni in aiuto delle aziende. Ora tavolo permanente anticrisi. Chiediamo intervento anche dei Comuni”

Il Presidente Peterlana: “Bene che la Provincia abbia accolto le richieste delle categorie economiche. Serve un tavolo anticrisi permanente. Anche i Comuni devono intervenire. Il pagamento della Tari che sta arrivando in questi giorni ci sta ulteriormente mettendo in crisi”

“Bene che la Provincia abbia accolto le richieste delle categorie economiche. La manovra da 350 milioni può diventare una boccata d’ossigeno per gli imprenditori. La situazione è davvero drammatica”.

Così Massimiliano Peterlana, presidente Fiepet Confesercenti del Trentino, commenta la manovra di aiuti su cui sta lavorando la Provincia e aggiunge: “La strada è quella giusta, servono interventi rapidi, urgenti, efficaci. Le aziende stanno morendo, gli imprenditori non ce la fanno più. Giovani imprenditori e start up hanno bisogno di aiuti, sono il futuro della nostra economia. Chiediamo alla Provincia che venga istituito un tavolo permanente anticrisi con le categorie economiche e le parti sociali. Dobbiamo essere operativi e sintonizzati tutti sulla stessa lunghezza d’onda”.

L’attenzione resta rivolta anche ai Comuni. “Serve un cambio di passo anche da parte delle Amministrazioni Comunali – sottolinea Peterlana – In questi giorni sta arrivando il pagamento della Tari, francamente non ce lo aspettavamo. Spese come tasse sui rifiuti e costi fissi sulle bollette vanno rivisti, diminuiti o azzerati”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email