Conti pubblici, Bankitalia: ad aprile debito record, è a quota 2.194 miliardi

 Crescono le entrate tributarie, +2,9% a 29,5 miliardi

Ad aprile nuovo record del debito pubblico, salito di 10 miliardi rispetto al mese precedente fino a  quota 2.194,5 miliardi. Lo comunica Bankitalia che segnala come  l’incremento del debito è stato superiore al fabbisogno del mese (6,4  miliardi) per l’aumento di 4,2 miliardi delle disponibilità liquide  del Tesoro (che a fine aprile si attestavano a 83,1 miliardi) mentre  in senso opposto ha operato l’effetto complessivo dell’emissione di  titoli sopra la pari, dell’apprezzamento dell’euro e degli effetti  della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione (0,6  miliardi).

Quanto ai singoli settori, Bankitalia sottolinea come il debito delle  Amministrazioni centrali è aumentato di 9,9 miliardi, quello delle  Amministrazioni locali di 0,1 miliardi mentre il debito degli Enti di  previdenza è rimasto sostanzialmente invariato.

Ad aprile le entrate tributarie  contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 29,5  miliardi, in aumento del 2,9 per cento (0,8 miliardi) rispetto allo  stesso mese del 2014. Lo comunica la Banca d’Italia sottolineando come nel primo quadrimestre del 2015 le entrate tributarie sono state  complessivamente pari a 115,2 miliardi, lievemente superiori rispetto  a quelle relative allo stesso periodo dell’anno precedente (114,4  miliardi).

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email