Conti pubblici, Istat: “Deficit in calo al 5,6% in primo trimestre, migliore dal 2007”

Scende del 14% la spesa per interessi

euro

Il rapporto deficit-Pil nel primo trimestre è risultato pari al 5,6%, in calo di 0,4 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2014. E’ quanto rileva l’Istat, spiegando che si tratta del valore più basso dal primo trimestre del 2007. La spesa per interessi passivi sul debito pubblico nel primo trimestre è scesa del 14% su base annua, ovvero di 2 miliardi e 370 milioni di euro. Il calo risente della discesa dei tassi d’interesse a livello europeo.
Mentre è stabile la pressione fiscale nel primo trimestre del 2015, attestandosi al 38,7%, risultando invariata rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nei primi tre mesi dell’anno, le uscite totali sono diminuite, in termini tendenziali, dello 0,7%. L’incidenza sul Pil, rileva l’istituto di statistica, è stata pari al 48,5%, in riduzione rispetto al 49% del primo trimestre 2014. Le uscite correnti sono scese dello 0,3% e quelle in conto capitale del 7,4%.
Le entrate totali sono aumentate dello 0,3% rispetto allo stesso trimestre del 2014, grazie all’incremento dello 0,2% delle entrate correnti.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email