Convegno abusivismo e contraffazione, De Luise: “Alleiamoci con le istituzioni”

Imperia, “Abusivismo e abusivismi”: è il tema del convegno affrontato dalla Confesercenti ieri mattina presso la sala multimediale della Camera di Commercio di Imperia e che ha visto la grande partecipazione di numerosi imprenditori e delle autorità quali sua Eccellenza il Prefetto Dott.ssa Tizzano, il Questore Dott. Zazzaro e il Colonnello dei Carabinieri Dott. Zarbano.

Il tema è stato introdotto dal Presidente provinciale Confesercenti Marco Benedetti ed intervallato dall’intervento del Dott. Lorenzo Guardone – direttore generale della Camera di Commercio – , proseguito e analizzato dal direttore provinciale Dott. Giovanni Cosentino e dal Dott. Casale dell’Agenzia delle Entrate, con la conclusione finale di Patrizia De Luise, vice presidente nazionale della Confesercenti.

Il direttore provinciale Confesercenti Dott. Cosentino ha sottolineato come il fenomeno dell’abusivismo sottragga alle casse dello Stato un giro di circa 12 miliardi di € annui (equivalente ad una piccola manovra finanziaria) e ha sottolineato l’abbondante presenza degli ambulanti irregolari che frequentano anche le città della nostra Provincia e che, effettuando una concorrenza sleale, causano la chiusura di numerose attività regolari presenti sul nostro territorio.

Si è affrontato anche il tema degli affitti in nero, di siti internet che fanno concorrenza sleale ai nostri alberghi e che vanno a penalizzare fortemente il settore turistico alberghiero (soprattutto in una zona che vive principalmente di turismo come la nostra riviera). Temi che sono stati ampiamente illustrati da Patrizia De Luise, vice presidente nazionale della Confesercenti:

“La nostra categoria sta lottando da anni. I tempi sono difficili e l’abusivismo fa concorrenza alle nostre imprese che resistono incessantemente. Il frutto del lavoro ha un costo e chi lo fa in modo irregolare può offrire merce a prezzi inferiori, eludendo numerosi controlli e tasse, facendo chiudere numerose imprese regolari e danneggiando i cittadini stessi sia da un punto di vista fiscale che da un punto di vista sanitario. Il mercato parallelo abusivo e mi riferisco alla contraffazione è un fenomeno molto allargato che è costantemente combattuto dalle forze di polizia e che va combattuto ancora di più. Io stessa sono una imprenditrice e abbiamo dei doveri da tutelare anche in tempi di crisi come questi. Noi siamo l’ossatura del nostro Paese, imprese che lavorano per il rilancio d’Italia – ha sottolineato – Possiamo fare dei sogni pindarici, ma dobbiamo tutelare quello che abbiamo. Dobbiamo quindi intervenire quando e purtroppo la soglia della legalità è stata ampiamente superata. Lo sanno bene il questore, il prefetto e il comandante dei Carabinieri. Allora alleiamoci con loro per contrastare questo fenomeno. Lavoriamo sulle alleanze con le istituzioni. Tutti insieme abbiamo il dovere di ribellarci al fenomeno dell’illegalità”. Patrizia De Luise ha lanciato la proposta davanti a imprenditori, associati alla Confesercenti e assessori comunali della Provincia di Imperia.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email