CoronaVirus: Confesercenti Milano chiede sospensione dei tributi locali

“Le imprese di Milano non si vogliono fermare, ma con queste condizioni non possono certo andare avanti per molto. Ci appelliamo al Sindaco Sala e a tutta l’Amministrazione municipale”

Manifestazioni rinviate, prenotazioni cancellate e negozi vuoti: le imprese di Milano non si vogliono fermare, ma con queste condizioni non possono certo andare avanti per molto. Ci appelliamo al Sindaco Sala e a tutta l’Amministrazione municipale affinché sia disposto quanto prima un generalizzato rinvio dei tributi locali gravanti sulle imprese delle nostre città“.

Questo l’appello che il Presidente di Confesercenti Milano, Andrea Painini, rivolge a Palazzo Marino per fronteggiare l’emergenza CoronaVirus.

Posticipare i pagamenti della tassa rifiuti, dell’imposta di soggiorno e dei canoni di occupazione di suolo pubblico è la prima azione concreta che il Comune può intraprendere per “comprare tempo” nell’attesa di più strutturati interventi regionali e nazionali“, aggiunge Claudio Cremonesi, Direttore dell’Associazione. “Confidiamo che Milano segua la strada già tracciata da importanti città italiane che pure sono state colpite più marginalmente dall’emergenza Corona Virus“.

Confesercenti Milano chiede misure straordinarie al Comune di Milano congelando i versamenti per il 2020.

L’economia delle città è in ginocchio a causa del perseverare dell’emergenza CoronaVirus, molte attività sono in procinto di chiudere definitivamente, pertanto chiediamo che, in attesa dei provvedimenti previsti del Governo, il Comune di Milano si dimostri vicino alle proprie imprese compiendo un atto straordinario volto al sostegno economico delle attività presenti sul territorio.

Per ulteriori informazioni contatta la Segreteria di Confesercenti Milano: [email protected]

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email