Coronavirus: Credito, Confesercenti incontra Zicchieri

Il vice-capogruppo alla Camera della Lega: “Il governo valuti proposte a sostegno di micro, piccole e medie imprese” 

‘L’emergenza sanitaria è anche emergenza economica. Dall’incontro di oggi con il direttore generale Giuseppe Capanna di Confesercenti sono emerse possibili misure per tutelare le PMI. Per la zona rossa oltre a quanto già previsto, occorre un accesso al Fondo di Garanzia per le PMI senza applicazione del modello di rating. Occorre inoltre sostenere anche tutte le altre imprese del territorio nazionale. Queste le proposte: valutazione delle imprese solo con il modulo economico finanziario del modello di rating; 80% fisso di garanzia diretta sia per operazioni a breve termine che a medio lungo termine; 90% quota di garanzia per riassicurazione su 80% garanzia confidi.

Gratuità completa dell’intervento del Fondo di garanzia, comprese le commissioni per il mancato perfezionamento; ammissibilità delle operazioni di estinzione su stessa banca anche in riferimento ai finanziamenti non precedentemente garantiti; garanzia su allungamenti e sospensione dell’accordo ABI di finanziamenti non precedentemente garantiti. La garanzia interviene sull’importo del debito residuo oggetto dell’allungamento; 80% senza valutazione; innalzamento dell’importo garantito a 5 milioni di euro su tutte le operazioni; ammissibilità per le imprese agricole al fondo centrale di garanzia; finanza creativa: possibilità di richiesta da parte di SPV. Infine è fondamentale in questa fase innalzare il “de minimis” per le imprese da euro 200.000 ad euro 400.000 (questa è una norma di impatto comunitario)”. Così Francesco Zicchieri, vicecapogruppo alla Camera della Lega e coordinatore del Lazio del partito, al termine dell’incontro con Confesercenti tenutosi questa mattina.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email