Credit crunch: ancora penalizzate le piccole imprese commerciali e turistiche dell’Emilia Romagna

Ad ottobre 2015, su base annua, la restrizione del credito per il settore ha toccato il -1,2% in regione.

CreditoProsegue il credit crunch per le imprese commerciali e turistiche in Emilia Romagna secondo l’ultima rilevazione dell’Osservatorio Confesercenti; infatti, a ottobre 2015, su base annua, la restrizione del credito per il settore ha toccato il -1,2% in regione, contro una media nazionale del -0,6%.

Ancora più pesante il trend delle imprese commerciali fino a 5 addetti (-3,5%) e da 6 a 19 addetti (-6,6%), mentre prosegue in modo positivo, seppur di poco, l’erogazione del credito bancario per le imprese con oltre 20 addetti (+0,2%).

Buone notizie invece, in termini relativi, giungono dalla dinamica delle sofferenze, ridottasi dal +12,4% di giugno, al +7% di ottobre e con un dato migliore di quello nazionale (+9,3%), nell’ambito del quale le imprese più virtuose risultano essere quelle fino a 5 addetti (+4,5%) e quelle da 6 a 19 addetti (+3,2%).

Credit Crunch Emilia Romagna

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email