Credito, Abi: in sofferenza 1,167 milioni di imprese e famiglie

Patuelli: ben 982mila in sofferenza per meno di 125mila euro

“Quasi 1,2 milioni di famiglie e imprese sono clienti in sofferenza per le banche italiane”. Lo afferma il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, nell’intervento alla Giornata mondiale del risparmio. “Il bollettino statistico della Banca d’Italia – sostiene Patuelli – ha indicato che sono addirittura 1,167 milioni le imprese, famiglie e persone clienti ‘in sofferenza’ delle banche operanti in Italia”. “È un numero gigantesco – ha aggiunto il numero uno di Palazzo Altieri – di un fenomeno sociale di massa nel quale si evidenzia inoltre che, di questi, ben 982mila hanno debiti in sofferenza per importi inferiori ai 125mila euro”.

Confesercenti: “Famiglie ed imprese a rischio usura. Occorrono rilancio economico e pressione fiscale sostenibile”

Il rischio altissimo per un bacino sempre più ampio di  famiglie ed imprese messe a dura prova dalla crisi,  è quello dell’usura: la medicina giusta per la cura sono la ripresa dell’economia ed un prelievo fiscale sostenibile – sottolinea Confesercenti -. Ma occorrono, intanto, subito interventi urgenti per sostenere famiglie e piccole e medie imprese in forte sofferenza con iniezioni di finanziamenti a lungo termine ed a interessi zero. Il ritorno per il Paese sarebbe rilevante: più imprese in salute sul mercato e meno disoccupati”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email