Crisi, Padoan: “L’Italia può avviare un circolo virtuoso positivo e duraturo”

“Tangibili segnali di miglioramento, da Usa fiducia e voglia di investire nel nostro Paese”

“Sono convinto che l’Italia ha tutte le possibilità per iniziare un circolo virtuoso molto positivo e duraturo”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, intervistato da RaiNews 24, riferendosi ai “tangibili segnali” di miglioramento che cominceremo a vedere a partire dai prossimi sei mesi. “La combinazione di più crescita, di un mercato del lavoro più trasparente e più semplice porteranno più lavoro. Con più lavoro ci sarà più reddito e più fiducia. Io sono convinto che l’Italia ha tutte le possibilità per iniziare un circolo virtuoso molto positivo e duraturo”.

”Standard & Poor’s ha mantenuto il suo giudizio” sull’Italia: ”evidentemente non sta riconoscendo i grandi progressi che l’Italia sta facendo in termini di performance e riforme” , sottolineando di aver trovato invece negli Stati Uniti, dove si trova in missione, una ”grande aspettativa sull’Italia, una grande fiducia e una grande voglia di investire”.

”E’ indispensabile che il governo continui e insista sulle riforme, sul varare nuove leggi e implementare quelle gia’ varate. Sul fatto che il governo Renzi non ce la faccia – aggiunge Padoan replicando alle perplessita’ espresse da Standard & Poor’s – invito a vedere cosa sara’ successo nei prossimi sei mesi”. Nei prossimi sei mesi, un anno e un anno e mezzo ”si cominceranno a vedere i segni tangibili, sempre piu’ forti del fatto che l’economia italiana sta uscendo da una fase molto dure, due anni di recessione in cui il prodotto e’ crollato di 10 punti, e cominceranno a esserci prospettive di occupazione e crescita” spiega Padoan, dicendosi convinto che ”l’Italia ha tutte le possibilita’ per iniziare un circolo virtuoso molto positivo e duraturo”

”Le priorita”’ per l’Italia, dice il Ministro, sono la ”riforma istituzionale, al riforma del lavoro e la riforma della pubblica amministrazione. E poi ci sono altre cose che fanno meno notizie ma sono altrettanto importanti, quali la delega fiscale, il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione e la spending review”.

”Bisogna migliorare l’efficienza del sistema scolastico a tutti i livelli, bisogna trovare investimenti finanziari che facilitino gli investimenti nell’innovazione, bisogna migliorare il rapporto fra stato-universita’-imprese: su tutte queste cose il governo sta lavorando” .

Padoan assicura l’impegno dell’esecutivo anche sul fronte della correzione, una questione che, dice il Ministro, “si sta affrontando con efficacia e determinazione, e diventerà’ sempre meno un problema”.

 

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email