Crisi, Vivoli (Fipac Confesercenti): “Gli anziani hanno il ruolo di ammortizzatori sociali a sostegno delle famiglie”.

Il presidente di Fipac: “Ridurre il peso del fisco sulle pensioni”

 

“Sono ancora gli anziani nel mirino della crisi”. Lo afferma Massimo Vivoli, presidente di Fipac Confesercenti, in merito ai dati diffusi oggi dalla Caritas. “La recessione ha raddoppiato il numero dei poveri in Italia: nel 2007 erano 2,4 milioni (il 4,1% della popolazione), mentre nel 2012, secondo gli ultimi dati disponibili, vivevano in povertà assoluta 4,8 milioni di italiani, l’8% del totale.  E molti di questi sono anziani”.

“In questo quadro devastante per l’economia – spiega il presidente Fipac – gli over 65 hanno spesso rimediato alle carenze del welfare, contribuendo di fatto al sostentamento delle famiglie, malgrado l’erosione del potere d’acquisto delle pensioni”.

“Per questa ragione – conclude Vivoli – chiediamo l’immediato intervento da parte del Governo: sicuramente un primo punto di partenza potrebbe essere quello di estendere il bonus degli 80 euro anche ai pensionati; ma bisogna cogliere pure l’occasione della delega fiscale e procedere urgentemente a una revisione del fisco che grava sulle nostre pensioni, tra i più pesanti d’Europa, aumentando la quota esente da Irpef. Dobbiamo già pensare anche alle risorse necessarie per detassare le tredicesime, evitando così che la batosta fiscale di fine anno comprometta  ulteriormente il reddito disponibile degli anziani”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email