Dl Irpef, allargamento della platea rimandato alla Legge di Stabilità. Tasi rinviata al 16 ottobre

Niente allargamento del bonus fiscale alle famiglie monoreddito con figli. L’accordo raggiunto nella maggioranza prevede di rinviare l’intervento alla legge di stabilità. Nel decreto Irpef, si apprende in ambienti della maggioranza, sarà specificato che in quella sede si dovrà prestare particolare attenzione ai carichi familiari. La decisione dovrà ora essere formalizzata dalle commissioni Finanze e Bilancio del Senato, riunite per terminare l’esame del decreto che è atteso in aula in mattinata. Secondo quanto si apprende nel testo sarà inserita una norma di indirizzo che rinvia gli interventi per le famiglie numerose monoreddito alla legge di stabilità 2015.

Ok da parte delle commissioni Bilancio e Finanze del Senato invece al rinvio del pagamento della Tasi al 16 ottobre nei Comuni che non hanno ancora deliberato l’aliquota, solo per il 2014. Le delibere devono essere pubblicate entro il 18 settembre e i comuni devono a inviare le deliberazioni, esclusivamente in via telematica, entro il 10 settembre. “Nel caso di mancato invio delle deliberazioni entro il termine del 10 settembre – si legge nell’emendamento – l’imposta è dovuta applicando l’aliquota base dell’1 per mille, e il relativo versamento è effettuato in un’unica soluzione entro il 16 dicembre 2014”. In questo caso “la Tasi è dovuta dall’occupante nella misura del 10% dell’ammontare complessivo del tributo”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email