Dl Sostegni: le novità del Senato

Le novità sono state approvate dalle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato

Proroga parziale degli sfratti e dell’acconto Irap, stop della prima rata Imu e della tassa sui tavolini per i locali pubblici, più tempo per i voucher per i viaggi e i biglietti dei concerti saltati, 40 milioni in arrivo per i maestri di sci, la proroga per le concessioni degli ambulanti, fondi per i comuni per trovare sedi alternative alle scuole per i seggi elettorali.

Sono alcune delle principali novità del decreto Sostegni approvate dalle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato. Un restyling che ha consentito di portare la dote per le modifiche parlamentari da 550 a 770 milioni circa assorbendo alcune delle misure destinate a entrare nel Sostegni bis che dovrebbe essere varato in settimana. E in vista del quale il Senato ha chiesto al governo, attraverso una serie di
ordini del giorno, alcune interventi prioritari come: i sostegni nell’erogazione del credito alle piccole e medie imprese, la proroga fino al 31 dicembre 2021 del regime di garanzia dello Stato sui prestiti e della moratoria sui crediti alle Pmi; almeno 600 milioni euro in favore degli enti locali per la riduzione del pagamento della Tassa sui rifiuti da parte delle imprese; l’incremento di ulteriori 100 milioni di euro dei fondi in favore della montagna; la proroga della indennità a favore dei lavoratori stagionali con particolare attenzione ai lavoratori stagionali in agricoltura e nel settore del turismo, ai lavoratori dello spettacolo, della cultura e agli invisibili.

Il decreto licenziato dalle commissioni, e sul quale l’esecutivo è orientato a porre la questione di fiducia, è atteso nell’Aula di Palazzo Madama tra domani e giovedì. Dopo il disco verde del Senato il provvedimento deve passare all’esame della Camera per essere convertito in legge entro il 21 maggio.

Nel dettaglio:

PROROGA BLOCCO SFRATTI MA NON PRE-COVID – Arriva una nuova proroga per il blocco degli sfratti per morosità o pignoramento dell’immobile (in scadenza al 30 giugno) ma restano escluse le procedure di esecuzione adottate prima della pandemia. Lo
stop è esteso: al 30 settembre 2021 per i provvedimenti di rilascio adottati dal 28 febbraio 2020 al 30 settembre 2020; al 31 dicembre 2021, per i provvedimenti di rilascio adottati dall’1 ottobre 2020 al 30 giugno 2021. Per gli sfratti già esecutivi prima della pandemia il blocco terminerà quindi il 30 giugno.

PROROGA PER AMBULANTI – Prorogata la validità delle concessioni per il commercio ambulante per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza (31 luglio 2021), ossia sino a fine ottobre.

STOP CANONE RAI E TASSA TAVOLINI – Stop al versamento del canone Rai per alberghi, bar, pub ed enti del terzo settore. Nel caso in cui il pagamento del canone sia già avvenuto, è previsto un credito d’imposta da utilizzate in compensazione all’importo versato. Sospeso fino al 31 dicembre anche il pagamento della tassa sull’occupazione del suolo pubblico per gli esercizi pubblici, come bar e ristoranti, in crisi a causa delle chiusure imposte dalle norme anti-Covid e che intendono ora sfruttare gli spazi esterni. La norma estende dal 30 giugno al 31 dicembre 2021 l’esenzione dal versamento del canone unico, ovvero il canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e mercatale.

STOP PRIMA RATA IMU – Stop al pagamento della prima rata dell’Imu per le attività che hanno subito un calo del fatturato del 30% rispetto al 2019. L’esenzione dell’imposta vale per gli immobili i cui proprietari siano anche gestori dell’attività. Complessivamente la perdita di gettito è stimata in 216 milioni, di cui 73,5 milioni a carico dello Stato e 142,5 milioni a carico ai comuni che saranno risarciti delle minori entrate con la creazione di un fondo di pari entità.

TAX CREDIT CULTURA – Arriva un credito di imposta al 90% da destinare come contributo straordinario per le attività culturali che hanno registrato una perdita del fatturato di almeno il 20% nel confronto tra il 2019 e il 2020.

PIÙ TEMPO PER VOUCHER VIAGGI E BIGLIETTI CONCERTI – I voucher emessi per voli, biglietti dei treni e aerei, soggiorni in strutture ricettive e pacchetti turistici che non sono stati utilizzati a causa della pandemia, saranno validi fino a due anni e non più 18 mesi. Si prevede inoltre che tali voucher, con il consenso delle parti, possano essere ceduti dal beneficiario all’agenzia di viaggio o possano essere emessi direttamente in favore dell’agenzia se ha effettuato la prenotazione o il pagamento. In ogni caso, è previsto il rimborso al termine dei due anni per i voucher non utilizzati. I ‘buoni’ per i biglietti degli spettacoli e dei musei annullati a causa del Covid saranno invece validi per tre anni. Previsto anche il rimborso per gli abbonamenti per l’accesso a palestre e impianti sportivi che potrà consistere, in alternativa alla restituzione del corrispettivo, nell’emissione di un voucher di pari valore utilizzabile entro sei mesi dalla fine dell’emergenza.

FONDI PER CITTÀ ARTE E PER BUS TURISTICI – In arrivo un fondo da 10 milioni di euro per il sostegno alle città d’arte e ai borghi. Le risorse sono assegnate sulla base dei progetti per la promozione e il rilancio del patrimonio artistico. Altri 20 milioni di euro saranno invece destinati alle attività dei bus turistici.

REDDITO CITTADINANZA IMPIGNORABILE – Il reddito di cittadinanza e i contributi a fondo perduto per le imprese e le partite Iva che abbiano subito consistenti perdite di fatturato non sono pignorabili.

SI ALLARGA ESENZIONE IRPEF AFFITTI – Si allarga ai contratti d’affitto in essere l’esenzione dell’Irpef per i canoni di locazione dovuti ma non incassati dal proprietario. Sono quindi esclusi dalla tassazione, a seguito di un provvedimento giurisdizionale di convalida di sfratto per morosità che accerti il mancato pagamento, gli affitti non percepiti dal 1 gennaio 2020 anche per i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo stipulati precedentemente al 2020.

CONTINUITÀ CIG – Arriva una norma per coprire il buco della cassa integrazione dal 26 al 31 marzo e consentire ai datori di lavoro privati, che abbiano interamente usufruito delle 12 settimane di trattamento di integrazione salariale, introdotte con la legge di Bilancio 2021, di utilizzare in continuità  con le precedenti le nuove settimane di cassa integrazione previste.

ACCONTO IRAP SLITTA AL 30 SETTEMBRE – Il termine per il pagamento del primo acconto Irap, scaduto il 30 aprile scorso, slitta al 30 settembre. Entreranno in vigore più tardi le procedure di allerta del nuovo codice sulla crisi d’impresa.

CESSIONE CREDITI TRANSIZIONE 4.0 – Estesa ai crediti d’imposta Transizione 4.0 (riconosciuti alle imprese per investimenti in beni strumentali materiali, immateriali, in ricerca e sviluppo, in innovazione tecnologica e green, in formazione) la possibilità della cessione a terzi già prevista per il Superbonus 110%. Via libera anche alla possibilità di optare per la cessione o lo sconto in fattura per le detrazioni per gli acquisti di mobili ed elettrodomestici per immobili oggetto di ristrutturazioni.

COVID HOTEL DIVENTANO CENTRI VACCINI – Via libera all’uso dei Covid hotel anche come centri vaccinali. Le strutture dovranno avere i requisiti per diventare centri vaccinali che saranno valutati dalle Asl competenti e tale funzione dovrà essere compatibile con la possibile presenza di persone in isolamento.

RISORSE AI COMUNI PER STOP SCUOLE SEGGI – Arriva un fondo di 2 milioni di euro per erogare contributi ai comuni che entro metà luglio troveranno sedi alternative alle scuole per i seggi elettorali in vista della tornata elettorale autunnale.

FONDI A GENOVA – Saranno destinati 35 milioni al Comune di Genova per un progetto di rigenerazione e riqualificazione urbana dell’area sottostante il viadotto San Giorgio. Si tratta di risorse, spiega il ministero, che consentono di avviare una profonda operazione di rigenerazione urbana, in accordo con il Sindaco di Genova Marco Bucci, creando il “Parco di Polcevera”, un’area di ricreazione, educazione, sport e luoghi di incontro sociale e culturale in un’ottica di sostenibilità ambientale.

AIUTI ALLE TERME – Altri 5 milioni di euro per il sistema termale nazionale.

FONDO PER ASSEGNO MANTENIMENTO SEPARATI – Creato un fondo di 10 milioni di euro per il 2021 per garantire ai lavoratori separati e divorziati in difficoltà a causa della pandemia di versare l’assegno di mantenimento. Il fondo consentirà  l’erogazione di contributi per pagare una parte o l’intero assegno di mantenimento fino a un massimo di 800 euro al mese. Sarà un decreto del Presidente del Consiglio, di concerto con decreto del ministro dell’Economia, a definire i criteri e le modalità di erogazione dei contributi.

50 MLN PER ASSOCIAZIONI SPORT DILETTANTI – Altri 50 milioni per il 2021 al fondo unico per il sostegno delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche che hanno sospeso l’attività sportiva a causa della pandemia. Le risorse sono destinate all’erogazione di contributi a fondo perduto, per i quali sarà un decreto del presidente del Consiglio a stabilire criteri e modalità.

40 MLN AI MAESTRI DI SCI – Cambia la ripartizione del fondo per la montagna da 700 milioni di euro: 430 milioni saranno destinati ai gestori degli impianti di risalita con un contributo del 70% dell’importo corrispondente alla media dei ricavi dei biglietti negli anni 2017-2019, ridotto del 70% per l’incidenza dei costi fissi sostenuti; 40 milioni saranno erogati per i maestri di sci e 230 milioni andranno alle regioni e alle province autonome di Trento e Bolzano che li ripartiranno tra le imprese turistiche.

PROROGA FONDI CENTRI ESTIVI – Prorogata la possibilità di utilizzare fino al termine del 2021 le somme non spese nel 2020 ì finalizzate a interventi per il potenziamento dei centri estivi diurni, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività dei minori di età compresa tra zero e sedici anni e ai progetti volti a contrastare la povertà educativa e ad incrementare le opportunità culturali e educative dei minori.

MISURE PER ACCELERARE INDENNIZZI RISPARMIATORI BANCHE – Per accelerare l’erogazione dei rimborsi la commissione tecnica del Fondo indennizzi risparmiatori avrà 5 componenti in più nominati con decreto del ministero dell’Economia. Si punta a esaminare tutte le richieste delle procedure forfettarie entro ottobre.

COMPENSAZIONE STRAORDINARIA CREDITI PA – Prevista la possibilità per le imprese di pagare, anche nel 2021, i debiti con il fisco attraverso i crediti che vantano con la Pubblica amministrazione.

20 MLN PER TV LOCALI
– Stanziati 20 milioni per il 2021 per l’erogazione di un contributo straordinario alle emittenti radiotelevisive locali per i servizi informativi connessi alla diffusione del contagio da Covid.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email