Draghi: lascio la Bce in buone mani

La Bce, ha detto il Presidente, ha dimostrato che affronterà qualsiasi rischio alla stabilità dei prezzi

“La Bce ha dimostrato che non accetterà nessuna minaccia alla stabilità monetaria, causata da timori infondati sul futuro dell’euro”. Così il presidente della Bce, Mario Draghi, in occasione della cerimonia per la fine del suo mandato.

La Bce “ha dimostrato che affronterà qualsiasi rischio alla stabilità dei prezzi e dimostrato che utilizzerà tutti gli strumenti entro il proprio mandato per garantirlo, senza mai infrangere la legge”, ha sottolineato.

“Il giudizio della Corte di giustizia europea che ha confermato la legalità delle misure della Bce e confermato la flessibilità dei suoi strumenti “è cruciale” per l’efficacia della politica monetaria, oggi chiamata a difendere la stabilità dei prezzi dalle pressioni deflazionistiche globali”, ha detto ancora.

L’Eurozona ha “bisogno di una capacità di bilancio con dimensioni e un meccanismo adeguato”, ha aggiunto.

Lasciare la Bce è più facile, sapendo che “è in buone mani”, ha concluso Draghi, di fronte a Christine Lagarde chiamata a succedergli dal 10 novembre e alla presenza dei principali leader politici europei.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email