fbpx

Fiesa: una delegazione di 30 fornai è stata ricevuta dal Santo Padre

Cesare Marinoni: “Lo abbiamo omaggiato di una scultura di pane a forma  di ulivo su cui è posata una colomba pasquale unendoci così alle Sue preghiere per la pace nel mondo”

Mercoledì 6 aprile alle ore 9.00 una delegazione di 30 fornai di ‘Pane in Piazza’  provenienti da tutta Italia insieme a Cesare Marinoni è stata ricevuta in udienza generale in Vaticano da Papa Francesco.

La manifestazione, realizzata con collaborazione di Fiesa Confesercenti Roma, in omaggio al pontefice, ha visto i maestri fornai che animano la manifestazione benefica itinerante di ‘Pane in piazza’, voluta dalla famiglia Marinoni e dai Frati Cappuccini Missionari di Milano, portare un ulivo di pane a grandezza naturale con tanto di Colomba pasquale “per unirci a Lui nella preghiera per la pace nel mondo”, spiega Cesare Marinoni.

La scultura è opera di Maurizio Sarioli, titolare del panificio Sarioli di Brescia. “In questo periodo storico complesso e sempre più drammatico, il mondo ha fame di pace e nella nostra scultura sono compresi tutti i simboli di questo grande valore universale”, aggiunge Marinoni.

Il dono è stato consegnato al Santo Padre in Sala Nervi dove, per l’occasione, era stato esposto anche un poster di ‘Pane in Piazza’.

Durante l’incontro, Cesare Marinoni, Maurizio Sarioli e Luca Piantanida, panificatore di Coggiolo (Biella) hanno stretto la mano al Pontefice che apprezzando il messaggio, si è congratulato con i fornai e ha perfino chiesto se l’opera fosse commestibile.

Condividi