Fipac, Vivoli: “Bene il freno all’aumento dei ticket sanitari: sarebbe un ulteriore aggravio per i pensionati”

“Accogliamo con soddisfazione l’ipotesi dello stop all’aumento di due miliardi di euro dei ticket sanitari per il 2014”. È quanto afferma il presidente Fipac Confesercenti Massimo Vivoli, entrando nel merito della manovra coattiva del luglio 2011. La proposta del precedente Governo aveva previsto, dal primo gennaio del prossimo anno, “nuove misure di compartecipazione” alla spesa sanitaria da parte dei contribuenti determinando una ulteriore spesa anche per i pensionati. “Appoggiamo con forza – spiega Vivoli – questa ipotesi, sostenendo la proposta dello stop già prefigurata dal presidente della regione Toscana Enrico Rossi dopo l’incontro del Governo con la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Proposta accolta anche dal neoministro della Sanità Beatrice Lorenzin. L’eventuale entrata in vigore di questa manovra – conclude il presidente della Fipac – avrebbe effetti nefasti soprattutto nei confronti dei pensionati e delle fasce più deboli”.

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su email